• Google+
  • Commenta
7 novembre 2007

Palermo: Laurea honoris causa al giapponese Masahiko Tsurumaru

I suoi pazienti hanno la più alta sopravvivenza al mondo: oltre 50 per cento
Domani alle 11 la cerimonia con la lezione sulle abitudini alim
I suoi pazienti hanno la più alta sopravvivenza al mondo: oltre 50 per cento
Domani alle 11 la cerimonia con la lezione sulle abitudini alimentari nel Sol Levante

PALERMO. Viene considerato fra i grandi maestri della chirurgia mondiale nel campo del trattamento del cancro all’esofago. Masahiko Tsurumaru, 65 anni, sarà insignito della laurea honoris causa in Medicina e chirurgia. La cerimonia si svolgerà domani, giovedì 8 novembre alle 11 allo Steri, piazza Marina, 61 Palermo (Sala Magna, secondo piano)

Negli ultimi vent’ anni, nel mondo occidentale, il tumore dell’esofago è la neoplasia del canale alimentare che ha subito il maggiore incremento: sei volte, secondo dati pubblicati nel 2005 dal Journal national cancer institute. Sviluppato in Giappone negli anni Ottanta, l’intervento chirurgico che dà i migliore risultati di sopravvivenza al mondo è la resezione dell’esofago con la contestuale rimozione dei linfonodi per via toracica, cervicale e addominale. Poche sono le scuole chirurgiche che nel mondo occidentale che applicano questa tecnica.
Masahiko Tsurumaru ha pubblicato nel 2001 dati di sopravvivenza media complessiva a cinque anni del 50,5 per cento e a dieci anni del 44, la più alta percentuale ottenuta nel mondo: in Occidente la media è del 17 per cento, con un record positivo in Belgio (30 per cento) e negli Usa del 40. Maestro di Masahiko Tsurumaru è Hiroshi Akiyama, chirurgo di fama mondiale con cui Tsurumaru ha lavorato per ventuno anni al Toramon Hospital di Tokyo.
Il preside di Medicina Adelfio Elio Cardinale leggerà la motivazione della laurea e il docente di Chirurgia generale Eugenio Fiorentino la laudatio di Tsurumaru. La lectio magistralis sarà dedicata alle abitudini alimentari in Giappone, dove l’aspettativa media di vita è di 85.81 anni per le donne e di 79 anni per gli uomini, merito anche di una dieta ricca di proteine vegetali, di pesce crudo, di tè verde. La nonna del chirurgo, maestra del tè, morì a 99 anni. Il famoso medico Shigeaki Hinohara ne ha 96 ed è ancora attivo.

Google+
© Riproduzione Riservata