• Google+
  • Commenta
15 novembre 2007

Udine s’interroga “tra fascismo e giovinezza”

Il polo di via Margreth a Udine è stato teatro, mercoledì 7 novembre, di un seminario di aggiornamento per docenti della scuola molt

Il polo di via Margreth a Udine è stato teatro, mercoledì 7 novembre, di un seminario di aggiornamento per docenti della scuola molto particolare per la tematica sviluppata. Fulvio Salimbeni, docente di storia contemporanea all’università di Udine e direttore del Laboratorio per la ricerca e la didattica della storia dell’ateneo, ha trattato il seguente tema: “I giovani del Novecento: fascismo e giovinezza, soldati di un’idea: i giovani sotto il Terzo Reich”. L’appuntamento, che rientra nel ciclo di seminari dedicati alla formazione e all’aggiornamento, completa l’offerta formativa insieme ad altri due temi (“Insegnare il Novecento” e “I giovani nel Novecento”) sviluppati dal Laboratorio per la ricerca e la didattica della storia in collaborazione con la Scuola di specializzazione all’insegnamento secondario (Ssis) dell’università di Udine. Durante i seminari si vogliono sperimentare nuove metodologie di indagine storiografica e letteraria, attraverso documenti storici, cinema, arti e musica; l’intento è quello di favorire un’attività di formazione e aggiornamento fra docenti esperti che già operano nella scuola e futuri docenti attualmente iscritti alla Ssis, attraverso la modalità della definizione di prospettive condivise dell’insegnamento della storia del Novecento. Alcuni corsisti della Ssis, guidati nelle attività da Mauro D’Agostini, dell’Istituto friulano per la storia del Movimento di Liberazione, sono stati incericati della progettazione dei vari percorsi formativi.

Google+
© Riproduzione Riservata