• Google+
  • Commenta
6 novembre 2007

Università di Siena e la matematica

L’Italia, si sa, non investe molto sulle materie scientifiche ed è agli ultimi posti nelle graduatorie che periodicamente vengono stilate a livL’Italia, si sa, non investe molto sulle materie scientifiche ed è agli ultimi posti nelle graduatorie che periodicamente vengono stilate a livello mondiale sulla conoscenza della matematica che è alla base della rivoluzione tecnica dei nostri giorni. Le difficoltà in questa materia sono un fenomeno diffuso in ambiente scolastico e questo porta certamente in molti studenti, un rifiuto ad affrontarla e a capirla. Parlerà di questo la Professoressa Rosetta Zan, docente dell’Università di Pisa, nel seminario che si tiene a novembre, presso il dipartimento di Fisica dell’Università di Siena, a partire. L’incontro che ha come titolo “Difficoltà in matematica. Osservare, interpretare, intervenire”, fa parte del corso di perfezionamento in Percorsi didattici in fisica e matematica, aperto al pubblico, offre degli strumenti a disposizione degli insegnanti, utili per affrontare le difficoltà, proponendo percorso interdisciplinare mirato a cercare di risolvere i problemi e le difficoltà che possono avere gli studenti. Rosetta Zan ha pubblicato lavori che riguardano l’attività di problem solving, il ruolo degli aspetti metacognitivi e affettivi nell’apprendimento della matematica, le difficoltà d’apprendimento in matematica. Recentemente ha raccolto la sintesi di un lungo percorso di ricerca, di insegnamento e di attività di formazione degli insegnanti nel libro “Difficoltà in matematica”.

Google+
© Riproduzione Riservata