• Google+
  • Commenta
18 dicembre 2007

Corsi di orientamento universitario: quale utilità?

Con l’imminente inizio del nuovo anno, ecco che i vari atenei, in collaborazione con le scuole superiori, concordano un programma di orientamento univCon l’imminente inizio del nuovo anno, ecco che i vari atenei, in collaborazione con le scuole superiori, concordano un programma di orientamento universitario da proporre agli studenti nei primi mesi dell’anno. Da sempre il fenomeno è molto diffuso, fino ad arrivare intorno al mese di Aprile nell’Orientasud che ogni anno si tiene alla Mostra di Oltremare. Se da un lato lo svolgimento di tali iniziative risulta essere di grande interesse, dall’altro la loro effettiva utilità risulta essere dubbia. Infatti questi grandi eventi si riducono a vetrine di vari atenei che cercano di accaparrarsi il maggior numero di studenti, senza puntare in modo concreto all’approfondimento sui contenuti dei vari corsi di studi. Uno studente alla prime armi, piuttosto che sapere che in una certa università esistono corsi di inglese o ci sono un gran numero di computer, ha interesse nel conoscere nel dettaglio gli argomenti dei vari esami del proprio futuro corso, conoscerne i contenuti e le relative difficoltà. Adesso le varie università cominciano a designare soggetti che si occuperanno della promozione del proprio ateneo, ma così facendo non si va da nessuna parete. I corsi di orientamento dovrebbero rendere chiari il contenuto dei corsi di studio, poi la scelta di quale università frequentare è un elemento accessorio e successivo.

Google+
© Riproduzione Riservata