• Google+
  • Commenta
31 dicembre 2007

Dall’università di Innsbruck la rivelazione: Omero era Assiro

Ebbene si: altro che poeta greco cieco, Omero era uno scrivano vissuto in Cilicia al servizio degli Assiri.
La scoperta è frutto degli stud
Ebbene si: altro che poeta greco cieco, Omero era uno scrivano vissuto in Cilicia al servizio degli Assiri.
La scoperta è frutto degli studi di Raoul Schrott, poeta e scrittore che ha tradotto nuovamente in tedesco l’Illiade. Christoph Ulf, titolare della cattedra di Storia Antica all’universita’ di Innsbruck ha dichiarato che “il collegamento alla Cilicia permette di ripensare non solo l’origine del poema epico, ma anche della storia e della cultura greca”.
Sembrerebbe infatti che la Troia descritta da Omero non sia quella scoperta da Schliemann, ma Karatepe, una città della Cilicia, a nord di Cipro. A seguito di un lavoro di ricerca approfondito, Schrott è giunto alla conclusione che Omero era uno scrivano al servizio degli Assiri, che avevano conquistato la Cilicia nella metà del IX secolo a.C. Gli scrivani ai tempi degli assiri erano funzionari del re e venivano impiegati anche come traduttori e banditori. Omero era dunque, a tutti gli effetti, un esponente dell’elitaria categoria degli scrivani di corte.

Google+
© Riproduzione Riservata