• Google+
  • Commenta
20 dicembre 2007

Debutta la Musa della Sapienza

L’iniziativa Musica Sapienza (MuSa), passato un anno dalla sua creazione, raccoglie finalmente i frutti di un lungo lavoro di gestione, progettazione L’iniziativa Musica Sapienza (MuSa), passato un anno dalla sua creazione, raccoglie finalmente i frutti di un lungo lavoro di gestione, progettazione e coordinamento di oltre quattrocento musicisti, selezionati da un’apposita commissione e appartenenti alla comunità del maggiore ateneo romano; sono stati compresi nel progetto studenti, docenti e personale tecnico-amminstrativo.
Al termine delle audizioni tre sono state le formazioni musicali costituite: un’orchestra sinfonica di cinquanta elementi, un gruppo pop-jazz e un coro. Queste si esibiranno, per la prima volta, giovedi 20 dicembre; nell’ambito della cerimonia nella quale il rettore de ‘La Sapienza’, Renato Guarini, conferirà i riconoscimenti alla carriera al personale universitario che si appresta ad andare in pensione.
Il programma del concerto prevede, tra le altre, l’esecuzione di opere di Claudio Monteverdi (un’estratto dall’Orfeo, liberamente realizzato da Ottorino Respighi), “Cute” di Neal Hefti – esecutrice sarà la band pop&jazz -, di Johan Sebastian Bach, di Ottorino Respighi, e perfino di Bob Dylan, con un riadattamento di ‘Blowin in the Wind’.
Il grande successo che questa brillante iniziativa della Sapienza ha riscontrato presso la comunità universitaria ha portato i loro organizzatori a decidere un’ampliamento dei musicisti, per questo sono previste nuove audizioni per nuove formazioni musicali.

Google+
© Riproduzione Riservata