• Google+
  • Commenta
31 dicembre 2007

Fisica: collaborazioni tra Trieste e Usa

L’università di Trieste ha stipulato di recente una collaborazione con gli Stati Uniti nell’ambito dello studio sulle sorgenti di luce.
InfatL’università di Trieste ha stipulato di recente una collaborazione con gli Stati Uniti nell’ambito dello studio sulle sorgenti di luce.
Infatti, su iniziativa del professor Parmigiani, nell’abito del progetto Fermi@elettra del Sincrotrone di Trieste, il Dipartimento di Fisica ha sottoscritto un accordo di collaborazione con il Lawrence Berkeley National Laboratory (Lbnl). L’ateneo triestino e il centro di ricerca americano sono entrambi attivi nel campo degli acceleratori di particelle e delle loro relative applicazioni.
Proprio in questi giorni inoltre, in collaborazione con la Sincrotrone Trieste e con “The US Particle Accelerators School, il dipartimento di fisica di Trieste ha invitato il professor William A. Barletta, del Massachussets Institute of Technology (Mit) di Boston, a tenere delle lezioni intitolate “Introduction to accelerator physics and technology”. Le lezioni perseguono l’obiettivo di rafforzare la collaborazione internazionale e di aggiornare gli interessati circa il funzionamento e le prospettive per il futuro delle macchine acceleratrici di particelle.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy