• Google+
  • Commenta
18 dicembre 2007

Il mondo della creatività si è riunito a Napoli

Si è svolto presso la Camera di commercio di Napoli lo scorso 12 dicembre il seminario sulla carriera professionale nei settori dell’arte,

Si è svolto presso la Camera di commercio di Napoli lo scorso 12 dicembre il seminario sulla carriera professionale nei settori dell’arte, del design e della moda. Erano presenti all’evento lo stilista Elio Fiorucci e il presidente di Accademia di comunicazione Michelangelo Tagliaferri.
Il seminario ha rappresentato una concreta occasione di confronto e un’opportunità unica per i giovani in cerca di formazione professionale e degli strumenti necessari per sfidare e vincere in un mercato proiettato alla qualità.
Il successo dell’iniziativa, promossa dalla Regione Campania e sostenuta da Auregon, la società di Marketing e Comunicazione dell’industriale Enrico Auricchio, è stato consacrato dalla presenza di trecento ragazzi. L’incontro ha anticipato l’arrivo a Napoli, nel 2008, di grandi nomi della moda mondiale come Vivienne Westwood e Tom Ford, ospiti di Auregon.
Accademia di comunicazione ha presentato le opportunità formative rivolte in modo specifico allo sviluppo del talento e della qualità italiani. Il sistema Educational and experential learning, utilizzato dall’Accademia milanese, è un approccio formativo utilizzato all’estero soprattutto nei settori ad alto contenuto tecnologico. Le conoscenze sono trasmesse da professionisti unitamente alle competenze nella pratica dello sviluppo di progetti reali per le Aziende.
Marketing e comunicazione sono fra i fattori fondamentali su cui si fonda il connubio creativo della moda. In seguito alla globalizzazione dell’economia la competizione economica non si svolge più tra soggetti ma tra territori che divengono attori economici operanti in un ambiente altamente competitivo. In questa prospettiva il marketing e la comunicazione si pongono come strumenti di promozione del territorio stesso e di stimolo allo sviluppo locale.
Saper comunicare, infatti, è saper guidare lo sviluppo del territorio in modo coerente con le professionalità locali, così da valorizzarne i carismi e incentivare l’imprenditorialità.
Si tratta di valorizzare potenzialità espresse e latenti di un sistema locale nell’era della globalizzazione: in altre parole promuovere un determinato contesto individuandone le tipicità.
Il Bel Paese è caratterizzato da specificità culturali molto nette che lo differenziano dagli altri e lo rendono unico e irripetibile. La forza della tradizione italiana si basa su una cultura vitale che in modo spontaneo e talvolta inconsapevole mescola la tangibilità del raggiungimento del benessere nel quotidiano, tramite il piacere del “gusto” e la bellezza dello stile con l’intangibilità intelligente della vita felice. La cultura italiana è la componente fondante sia del nostro patrimonio di identità sia dei prodotti che diffondo nel mondo il Made in Italy. Punto di forza dei prodotti italiani è, infatti, la capacità di soddisfare meglio degli altri i desideri meno razionali ma forti dei consumatori.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy