• Google+
  • Commenta
11 dicembre 2007

Individuato un anticorpo capace di bloccare la crescita dei tumori

Ancora ottime notizie giungono dal campo della ricerca medica. E l’autore di questa scoperta è, come spesso accade ultimamente, un ricercatore Ancora ottime notizie giungono dal campo della ricerca medica. E l’autore di questa scoperta è, come spesso accade ultimamente, un ricercatore di origini italiane, il professore Napoleone Ferrara. Lo studio, pubblicato sulla rivista Nature (disponibile anche sul sito www.nature.com, ndr), ha identificato un anticorpo capace di bloccare una proteina presente nel midollo osseo, la “Bv8”, che in pratica aiuta i tumori a garantirsi una riserva di sangue da cui nutrirsi. Così, limitando l’azione della Bv8 è possibile arrestare la crescita di diversi tipi di tumore inibendone l’angiogenesi. Già molti altri ricercatori avevano orientato i propri studi su tale meccanismo, ma il professore cinquantunenne di origini siciliane, che da anni vive e lavora a San Francisco presso i laboratori di ricerca della Genentech Inc., nota industria biotecnologica, insieme alla sua equipe, è quello che ha fatto il passo più lungo in avanti, riuscendo ad individuare l’anticorpo per la proteina Bv8. Finora sono stati fatti diversi esperimenti sui topi e la crescita di molti tumori è stata bloccata fra cui tumori polmonari, colon-rettali, sarcomi e linfomi e la formazione di vasi sanguigni tumorali. Ma per parlare di farmaci è ancora troppo presto. Ci vorrà ulteriore tempo per testare al meglio l’anticorpo e cercare una soluzione farmacologica che possa essere utilizzata, con tutta tranquillità, in combinazione con la chemioterapia.

Google+
© Riproduzione Riservata