• Google+
  • Commenta
23 gennaio 2008

Camerino: Inaugurato il 672° anno accademico

“Siamo noi che dobbiamo guidare il cambiamento, siamo noi che, migliorando la nostra Università di Camerino, possiamo contribuire al migliorame“Siamo noi che dobbiamo guidare il cambiamento, siamo noi che, migliorando la nostra Università di Camerino, possiamo contribuire al miglioramento del paese; lo dobbiamo ai nostri figli”: con queste parole il Magnifico Rettore Prof. Fulvio Esposito, ha dichiarato ufficialmente aperto il 672° Anno Accademico dell’Università di Camerino.
Cerimonia solenne quella svoltasi oggi 22 gennaio a Camerino presso il Teatro “Filippo Marchetti”, alla presenza di don Luigi Ciotti, Presidente di “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” e dei Sottosegretari al Ministero dell’Università e della Ricerca on. Luciano Modica e on. Nando dalla Chiesa.

L’evento si è aperto con gli interventi dei rappresentanti degli studenti (Paolo Monteverde), degli studenti stranieri (Serge Yerbangà R.), del personale tecnico-amministrativo (Mario Tesauri) e del personale docente (Roberto Giambò), seguiti dalla relazione del Rettore Esposito.

“L’Università che vogliamo. Per un’autonomia eticamente responsabile” è stato il tema della riflessione di quest’anno ed il filo conduttore degli interventi dei relatori.

“E’ l’università che produce il futuro del Paese – ha sottolineato il prof. Esposito – è la qualità dell’università che determina la qualità del paese. Rivendichiamo con orgoglio questo ruolo, al quale corrispondono una responsabilità grande, ma anche una missione entusiasmante”.

L’università di Camerino vuole infatti fare della trasparenza, del merito, del dovere compiuto con rigore e qualità i propri elementi caratterizzanti.
Proseguire quindi nel cambiamento, nella direzione di un’autonomia responsabile. “Un’autonomia responsabile che – ha proseguito il Rettore Esposito – porta inevitabilmente con sé trasparenza, riconoscimento del merito, gestione efficace ed efficiente delle risorse, in due parole qualità ed etica”.
Confermano queste parole la presenza di oggi a Camerino di don Luigi Ciotti e del Sottosegretario dalla Chiesa: Unicam infatti si è già impegnata per favorire al tempo stesso la piena realizzazione del diritto allo studio e la mobilità degli studenti per gli studenti meritevoli con il progetto “Talenti & Diritti” presentato lo scorso giugno alla presenza proprio del sottosegretario dalla Chiesa. Con la firma del protocollo d’intesa con l’Associazione Libera, si concretizza maggiormente una formazione che ha l’etica come fulcro dei percorsi.

Tutto ciò è reso ancora più possibile proseguendo sulla strada del cambiamento, anzi guidando il cambiamento con il pieno appoggio, come sottolineato dal sottosegretario Modica, del Ministero dell’Università e della Ricerca.

Per l’occasione, inoltre, nel foyer del teatro è stata allestita la mostra di fotografie naturalistiche “100 click per la natura”, immagini di due mesi sotto l’equatore dell’America Latina a cura di Gabriele Achille, studente Unicam. La mostra proseguirà nei giorni successivi presso il Museo di Scienze Naturali di Unicam.

Google+
© Riproduzione Riservata