• Google+
  • Commenta
23 gennaio 2008

Unimore: incontri scienze della terra

Gli sviluppi delle strumentazioni scientifiche gettano un ponte tra passato e presente. In particolare la diffrazione a neutroni, tecnica impiegata
Gli sviluppi delle strumentazioni scientifiche gettano un ponte tra passato e presente. In particolare la diffrazione a neutroni, tecnica impiegata dai ricercatori dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, applicata allo studio di utensili in bronzo getta luce sulla civiltà delle Terramare. Se ne parlerà in un incontro promosso dal Dipartimento di Scienze della Terra. Appuntamento giovedì 24 gennaio 2008 a Modena.

Il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia prosegue con i seminari dedicati alla preistoria. L’ultimo appuntamento, che si terrà giovedì 24 gennaio 2008 alle ore 16.30 nell’Aula M presso il Dipartimento di Scienze della Terra (L. go S. Eufemia, 19) a Modena, vedrà il dott.ssa Rossella Arletti dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia illustrare la “Diffrazione neutronica a tempo di volo applicata allo studio di utensili in bronzo” al tempo delle Terramare.

Le Terramare, villaggi fortificati artificialmente che tra il XVII e l’inizio del XII secolo a.C. occuparono densamente la pianura padana centrale, ed il successo economico del modello socio-culturale organizzatosi intorno alle Terramare determinarono una forte crescita della civiltà che la espresse, sia sul piano demografico che su quello della produzione artigianale. E gli studiosi sono inclini a ritenere che, già in questo periodo, vi fossero artigiani specializzati che destinavano gran parte del loro lavoro alla produzione di beni per la comunità. In particolare l’artigianato metallurgico del bronzo appare da questo punto di vista quello più fortemente caratterizzato.

“Nelle terramare – afferma la dott.ssa Rossella Arletti dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia – sono infatti stati trovati migliaia di oggetti in bronzo e prove concrete di produzione in loco di tali oggetti. La produzione metallurgica di quest’area è infatti da considerarsi la più abbondante di tutto il territorio italiano in questo periodo. Negli ultimi anni sono stati intrapresi diversi studi scientifici per ottenere informazioni sulla provenienza delle materie prime, sulla natura e sull’evoluzione delle tecniche metallurgiche. In questo lavoro è stata impiegata la tecnica di diffrazione a neutroni con lo scopo di caratterizzare asce di bronzo rinvenute all’interno degli scavi terramaricoli della provincia di Modena”.

E’ stato recentemente dimostrato che questa tecnica, ovvero della diffrazione a neutroni, offre numerosi vantaggi in studi di archeometallurgia. In primo luogo, è completamente non distruttiva e consente l’analisi di reperti archeologici, senza la necessità di alcun prelievo. Nel caso di materiali bronzei inoltre, grazie all’alto potere penetrante dei neutroni, è possibile ottenere dettagliate informazioni strutturali sondando volumi rappresentativi. Sono state quindi effettuate misure di spettri di diffrazione e analisi tessiturali su tre asce bronzee, selezionate in base all’età, dal bronzo antico al bronzo recente, al fine di definire il tipo di materie prime utilizzate, la composizione della lega e la tecnica di lavorazione impiegata per la loro produzione.

“Dall’analisi dei risultati ottenuti – prosegue la dott.ssa Rossella Arletti – è stato possibile definire: la quantità di stagno incorporata nella lega per ciascun campione, le eventuali fasi presenti come alterazione superficiale (cuprite, malachite e nantochite) o inclusioni, generalmente piombo metallico; il processo di lavorazione e il trattamento subito dai manufatti. I risultati ottenuti hanno permesso di dedurre che i processi di lavorazione subiti dalle tre asce sono diversi, indicando una variazione nelle tecnologie produttive dal bronzo antico a quello recente”.

Per ulteriori informazioni consultare il sito www.terra.unimore.it oppure contattare Daniele Brunelli allo 059 205 5815 mail: daniele.brunelli@unimore.it

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy