• Google+
  • Commenta
16 gennaio 2008

Unimore: premio Aldo La Manna

L’anno 2007 si è concluso con un altro riconoscimento di importanza nazionale ad una dottoranda dell’Università degli studi di Modena e L’anno 2007 si è concluso con un altro riconoscimento di importanza nazionale ad una dottoranda dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia. La dott. ssa Lucia Bondioli si è aggiudicata uno dei Premi intitolati ad Aldo La Manna per la miglior tesi sperimentale nel campo farmaceutico.

La dott.ssa Lucia Bondioli, dottoranda al primo anno della Scuola di dottorato in Scienze e Tecnologie dei Prodotti per la Salute dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, è stata premiata a Genova lo scorso dicembre 2007 con l’assegnazione del Premio “Aldo La Manna”, riservato alle tre migliori tesi sperimentali nel campo delle Tecnologie Farmaceutiche e della Chimica Farmaceutica Applicata.

Il Premio, che ha voluto ricordare la figura del prof. Aldo La Manna, professore emerito dell’Università degli studi di Pavia e socio onorario ADRITELF – Associazione Docenti e Ricercatori Italiani di Tecnologia e Legislazione Farmaceutiche, è stato assegnato dal Presidente dell’Associazione ADRITELF dopo che un comitato di esperti del settore farmaceutico ha valutato la tesi della dott.ssa Lucia Bondioli tra i tre migliori elaborati a carattere sperimentale presi in esame, riconoscendone l’alto valore della ricerca e la qualità del lavoro svolto.

La dott.ssa Lucia Bondioli si è laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche presso l’Ateneo modenese-reggiano con il massimo dei voti ed ha concluso la sua carriera accademica con una tesi sperimentale dal titolo “Nanoparticelle modificate per la veicolazione ed il direzionamento di Indinavir”, i cui relatori sono stati i proff. Flavio Forni, Maria Angela Vandelli e Giovanni Tosi.

“La ricerca della dott.ssa Bondioli – commenta la prof.ssa Maria Angela Vandelli, Preside della facoltà di Farmacia dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia – si inserisce in una ampia tematica sviluppata dal gruppo di ricerca di Tecnologia Farmaceutica del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche dell’Ateneo. Tale tematica riguarda lo studio di sistemi nanometrici progettati per il . Si tratta, in sintesi, di creare sistemi innovativi in grado di trasportare i farmaci in distretti inaccessibili o difficilmente raggiungibili, con l’obiettivo finale di raggiungere solo il luogo dove è presente la patologia. La dott. ssa Bondioli ha certamente portato un importante contributo e per questo motivo siamo soddisfatti in quanto risultano premiati sia la persona che la ricerca in cui si inserisce la tesi di laurea”.

Biografia
Lucia Bondioli è nata a Scandiano (Re) il 9 marzo 1982. Ha frequentato l’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia dove si è laureata nell’ottobre 2006 in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche con il massimo dei voti, 110 e lode. Attualmente svolge un dottorato di ricerca in Scienze e Tecnologie dei Prodotti per la Salute, seguita dal prof. Luca Costantino docente della facoltà di Farmacia dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, nel settore tecnologico applicativo. Nello specifico la dott. ssa Lucia Bondioli studia le modifiche polimeriche per la veicolazione dei farmaci.

Google+
© Riproduzione Riservata