• Google+
  • Commenta
4 febbraio 2008

Aequator: una cartografia immaginaria

L’università ‘La Sapienza’ di Roma organizza un’interessante mostra dal titolo ‘Aequator’. Il progetto, nato da un’idea di Cèsar Men

L’università ‘La Sapienza’ di Roma organizza un’interessante mostra dal titolo ‘Aequator’. Il progetto, nato da un’idea di Cèsar Meneghetti e di Maria Rosa Jijon, in collaborazione con Juan Esteban Sandoval, è quello di ricreare una cartografia immaginaria dell’equatore, attraverso materiale multimediale come video, suoni, immagini e performance. L’installazione si pone come obiettivo l’approfondimento delle culture di alcuni paesi del Sud America attraversati, appunto, dall’equatore: si tratta dell’Ecuador, della Colombia e del Brasile. Verranno approfonditi gli usi e costumi degli abitanti di questi paesi, attraverso un viaggio, un ibrido tra immaginazione e realtà, che intede raccontare la storia sia delle persone che dei luoghi.
L’evento è in collaborazione con Espacio arte actual e fa parte di un ciclo espositivo realizzato grazie al contributo della Regione Lazio per la ricerca “Applicazione nuove tecnologie multimediali arte contemporanea”.
La mostra potrà essere visitata a partire dal 7 febbraio 2008, giorno dell’inaugurazione, fino al 15 marzo, presso il MIac (Museo laboratorio di arte contemporanea, palazzo del rettorato).
Per ulteriori informazioni è possibile scrivere direttamente al MIac attraverso posta elettronica, all’indirizz: muslab@uniroma1.it.

Google+
© Riproduzione Riservata