• Google+
  • Commenta
20 febbraio 2008

Unimore: convegno giuridico

All’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia si discute della responsabilità penale delle società. L’iniziativa promossa All’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia si discute della responsabilità penale delle società. L’iniziativa promossa dalla Cattedra di Procedura Penale congiuntamente alla Camera Penale di Modena e all’Associazione Nazionale Magistrati – Sezione di Modena si svolge sabato 23 febbraio 2008 a Modena. Presenti anche il PM di Milano Paolo Ielo e l’avv. prof. Angelo Giarda.

Le novità applicative in materia di responsabilità penale delle società al centro di un convegno del Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università dagli studi di Modena e Reggio Emilia, promosso in collaborazione con la Camera Penale di Modena e l’Associazione Nazionale Magistrati – Sezione di Modena.

“Il D.lgs. 2311 – afferma il prof. Giulio Garuti, docente di Procedura Penale all’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia – disciplina la responsabilità penale delle persone giuridiche derivante da eventuali condotte illecite, perfezionate da dipendenti, anche in posizione apicale, prevedendo a carico dell’impresa una responsabilità diretta e attribuendo al Giudice penale la competenza a giudicare sia il soggetto cui è stata attribuita la commissione del reato, sia l’impresa nel cui interesse o a vantaggio della quale il reato sarebbe stato commesso”.

Il tema è di grande attualità ed interesse, non solo per gli addetti ai lavori; basti pensare ai casi “UNIPOL”, “BPI” “PARMALAT”, che hanno visto queste società coinvolte per i comportamenti illeciti posti in essere dai loro managers.

Le ipotesi di reato per le quali la società può essere chiamata a rispondere sono molteplici e individuati nel Codice Penale (es. truffa ai danni dello Stato, concussione , corruzione, lesioni e omicidio colposo derivanti da violazione di norme in tema di sicurezza), nel Codice Civile (cd. reati societari), nonchè in normative specifiche per le società quotate.

Di tutto questo si discuterà sabato 23 febbraio 2008 dalle ore 9.00 nell’Aula Magna della facoltà di Giurisprudenza (via Università 4) a Modena alla presenza del prof. Giulio Garuti dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, del prof. Angelo Giarda dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e del dott. Paolo Ielo, giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Milano e componente della Commissione ministeriale per lo studio del d.lgs. n. 231 del 2001.

Il D. lgs. 2311 prevede tuttavia un’esenzione da responsabilità qualora l’ente giuridico abbia provveduto a dotarsi di un adeguato modello di organizzazione e di gestione interno, idoneo a prevenire la commissione di reati della specie di quelli verificatisi.

“L’adozione di tale modello – aggiunge il prof. Giulio Garuti – costituisce quindi elemento necessario per la vita societaria, essendo l’unico strumento in grado di condizionare, in presenza di situazioni patologiche, la volontà persecutoria del magistrato penale. La raccomandazione è dunque nel senso di porre in essere lo strumento previsto dalla normativa per evitare di subire l’applicazione non solo delle sanzioni, ma anche delle misure cautelari che, seppure determinate nel tempo, rischiano di condizionare, sotto vari profili, la vita della società”.

La raccomandazione che viene dagli esperti, soprattutto alla luce delle ultime modifiche normative intervenute in tema di salute e sicurezza sul lavoro (l. n. 123 del 2007) nonché in tema di riciclaggio e ricettazione (d.lgs. n. 231 del 2007), è di estendere questo modello per tutte le altre società.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy