• Google+
  • Commenta
18 febbraio 2008

Unimore: Faglia tra Bologna e Reggio Emilia

Scoperta una faglia tra due placche tettoniche tra la provincia di Bologna e quella di Reggio Emilia. Due ricercatori dell’Università di ModenaScoperta una faglia tra due placche tettoniche tra la provincia di Bologna e quella di Reggio Emilia. Due ricercatori dell’Università di Modena e Reggio Emilia, Francesca Remitti e Giuseppe Battelli, ed una ricercatrice dell’Università di Firenze, Paola Vannucchi, hanno identificato questa antica zona che permetterebbe uno studio più approfondito dei processi responsabili dei terremoti, più in particolare sulle faglie attive dell’America Centrale.
L’antica faglia adriatico-europea misura cinquecento metri di spessore e circa cento chilometri di lunghezza, che rasentano la superficie. Le due estremità convergono l’una verso l’altra e, i nostri ricercatori, hanno scoperto che un terremoto si genera quando, a tre chilometri di profondità, la roccia raggiunge una temperatura tra i cento ed i centoventi gradi centigradi, al contrario dei centocinquanta gradi stabiliti dai geologi di tutto il mondo, fino ad oggi.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy