• Google+
  • Commenta
27 febbraio 2008

Unimore: primi diplomati Master in Gestione dell’emergenza

Sono 17 gli studenti che hanno concluso la prima edizione del Master in Gestione dell’Emergenza nazionale ed internazionale dell’Università degSono 17 gli studenti che hanno concluso la prima edizione del Master in Gestione dell’Emergenza nazionale ed internazionale dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia. La consegna dei diplomi a questi nuovi esperti dalle mani del Direttore del Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri Guido Bertolaso a margine di un convegno su “La formazione nel campo della Protezione civile”. Appuntamento venerdì 29 febbraio 2008 a Modena.

Sarà il dottor Guido Bertolaso, direttore del Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri a consegnare personalmente ai 17 studenti che hanno concluso la prima edizione del Master di primo livello in Gestione dell’emergenza nazionale ed internazionale, promosso dall’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, il diploma che ne attesta la positiva conclusione della preparazione raggiunta.

Il Master in Gestione dell’emergenza nazionale ed internazionale rappresenta un innovativo progetto di formazione universitaria avanzata nel campo dell’emergenza di durata biennale caratterizzato da tre indirizzi, sanitario; scientifico-tecnologico e socio-culturale e della comunicazione, che vede la collaborazione del dipartimento di Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri, delle unità operative di Protezione Civile della Provincia di Modena e della Regione Emilia Romagna e dell’Accademia Militare di Modena.

La cerimonia di consegna degli attestati avverrà nel corso di un convegno su “La formazione nel campo della Protezione Civile” che si terrà venerdì 29 febbraio 2008 dalle ore 15.00 nell’Aula G del Dipartimento di Fisica (via Campi, 213/a) a Modena.

Scopo dell’incontro, aperto alla partecipazione della cittadinanza, è favorire la crescita culturale attorno ai temi della protezione civile, della gestione dell’emergenza e della funzione del volontariato in occasioni di situazioni di crisi, che possono determinarsi per eventi e calamità naturali, ma anche per l’acuirsi di conflitti e tensioni belliche.

Ad aprire i lavori sarà il Rettore dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia prof. Gian Carlo Pellacani. Successivamente prenderanno la parola il prof. Carlo Jacoboni, Direttore del Master, che illustrerà “La proposta formativa del Master in Gestione dell’emergenza nazionale ed internazionale” ed il dottor Guido Bertolaso che si soffermerà su “La formazione come strumento di prevenzione per la Protezione Civile”. Dopo la consegna dei diplomi agli allievi e la pausa toccherà invece al responsabile Protezione Civile del Comune di Modena arch. Pier Giuseppe Meucci intervenire su “L’ente locale e la cultura della Protezione Civile”, mentre saranno gli stessi studenti a spiegare “Il ruolo dello stage nel processo formativo del Master”, soffermandosi sulle loro varie esperienza condotte sul campo, anche all’estero.

Tra i 17 diplomati, un terzo dei quali viene da fuori provincia, la maggioranza è rappresentata da donne (10 – 58,82%). Prevalentemente si sono indirizzati verso la formazione tecnico-sanitaria (8), mentre 5 hanno scelto l’indirizzo scientifico-tecnologico e altri 4 si sono rivolti ad acquisire competenze di carattere socio-culturale e della comunicazione.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy