• Google+
  • Commenta
10 marzo 2008

Contestazioni alla Sapienza. Universitarie contro “8 Marzo: pensiamo donna”

Il 7 marzo La Sapienza é stata nuovamente scenario di accese contestazioni. Alla Facoltà di Giurisprudenza un centinaio di studentesse uIl 7 marzo La Sapienza é stata nuovamente scenario di accese contestazioni. Alla Facoltà di Giurisprudenza un centinaio di studentesse universitarie della Rete per l’Autoformazione e del Coordinamento dei Collettivi ha dato vita ad una infervorata protesta contro la tavola rotonda intitolata “8 Marzo: pensiamo donna”, organizzata da Azione Universitaria. “Sentiamo l’esigenza di riappropriarci dell’8 marzo – spiegano le contestatrici – come ulteriore occasione di conflitto nel momento in cui i corpi delle donne diventano terreno di conquista e di lotta elettorale di partiti e sindacati”. Il Direttore del ‘Secolo d’Italia’, Luciano Lanna, ha dichiarato che all’uscita si sono levati dalla folla di universitarie insulti ma le manifestanti non ci stanno e hanno fatto sapere che “il direttore avrebbe volutamente provocato gli studenti dei Collettivi salutandoli con il braccio destro alzato”.

Google+
© Riproduzione Riservata