• Google+
  • Commenta
17 marzo 2008

Firenze, cresce il WI-FI all’Università

In oltre cinquanta sedi dell’Università di Firenze, per quasi la totalità degli spazi a disposizione degli studenti, ora ci si pu&ograveIn oltre cinquanta sedi dell’Università di Firenze, per quasi la totalità degli spazi a disposizione degli studenti, ora ci si può collegare a Internet senza fili.

Il servizio wireless è rivolto a circa 70.000 potenziali utenti, che sono oltre agli studenti, docenti, personale tecnico, dottorandi, assegnisti. E dal momento che l’Università ha “casa” in un alto numero di edifici, dislocati in varie parti della città, l’ateneo fiorentino si trova così ai primi posti per l’estensione geografica e la capillarità del collegamento.

L’iniziativa è stata presentata oggi dal rettore Augusto Marinelli e dal presidente del Centro Servizi Informatici di Ateneo (CSIAF) Gianfranco Manes presso il polo didattico di Santa Verdiana, uno dei luoghi dove è entrato in funzione il nuovo servizio.

Grazie a “Wi_UNIFInet” – così è stato chiamato il progetto – navigare in rete senza fili è oggi possibile nella maggior parte degli edifici e delle aree dell’Ateneo in cui si svolgono attività didattiche: “Crescono le opportunità per i nostri studenti – ha sottolineato il rettore Marinelli – Dopo le aule informatiche, tra cui due aule attrezzate aperte fino alle 23, il WI-FI offre ora la possibilità di accesso gratuito alla rete, incentivando anche l’uso di tutte le risorse on line a disposizione di chi studia e fa ricerca”.

Curato dal Centro Servizi Informatici d’Ateneo, “Wi_UNIFInet” è costato circa 160.000 euro, in parte finanziati dal Ministero dell’Università e dal Dipartimento per l’Innovazione e le Tecnologie della Presidenza del Consiglio dei Ministri nell’ambito dell’iniziativa “Un c@ppuccino per un pc”.

“La realizzazione di questo progetto ha richiesto circa due anni – ha spiegato Manes – e ha permesso la copertura wireless delle sedi ancora non servite, ma anche migliorato la connettività di quelle che ne erano già dotate. Gli access point sono passati così da 35 a 180. E’ un risultato importante soprattutto perché apre le porte ad altri traguardi importanti, come l’integrazione con la rete WI-Fi del Comune, che potrà rendere tutta Firenze veramente un campus virtuale per i nostri studenti”.

Per accedere al servizio, l’utente universitario deve attivare la scheda wireless sul proprio portatile e verificare la presenza di segnale, cliccare poi sul browser in dotazione (Internet Explorer, Mozilla, Firefox, Opera, etc.), rispondere “sì” all’accettazione del certificato di sicurezza, attendere la schermata di autenticazione, inserire, infine, la username (per gli studenti, il numero di matricola) e la password, secondo le modalità di accesso previste dal Centro Servizi Informatici d’Ateneo e già utilizzate per gli altri servizi on line. L’elenco completo delle sedi in cui è attivato il servizio è disponibile su www.csiaf.unifi.it.

Google+
© Riproduzione Riservata