• Google+
  • Commenta
18 marzo 2008

Il Progetto EPICA vince il premio Cartesio 2007

Il progetto EPICA (European Project for Ice Coring in Antarctica) ha vinto l’edizione 2007 del Premio Cartesio, assegnato in cerimonia ufficiale lo
Il progetto EPICA (European Project for Ice Coring in Antarctica) ha vinto l’edizione 2007 del Premio Cartesio, assegnato in cerimonia ufficiale lo scorso mercoledì, 12 marzo 2008, a Bruxelles: si tratta di un riconoscimento con il quale l’Unione Europea premia le più importanti ricerche svolte in campo scientifico e tecnologico, grazie a collaborazioni e partnership in tutta Europa. Il progetto EPICA, finanziato dall’UE ha visto la partecipazione di 10 nazioni europee. Il gruppo italiano italiana è stato coordinato dall’Università degli Studi di Milano-Bicocca e oltre alla rappresentanza dello stesso ateneo ha visto riuniti ricercatori delle Università di Firenze, Venezia, Trieste, Parma, Milano, Bologna e Modena, del CNR di Pisa, dell’ENEA e dell’INGV. Al centro del progetto ci sono due perforazioni profonde nel ghiaccio dell’Antartide che hanno consentito di studiare l’evoluzione del clima negli ultimi 820 mila anni. Le perforazioni sono state effettuate presso la stazione italo-francese di Concordia, in cui è stata raggiunta la profondità di 3270 metri, e presso la Stazione tedesca di Kohnen, in cui è stato raggiunto il substrato roccioso alla profondità di 2774 metri. Per alcuni anni la documentazione più lunga della composizione dell’atmosfera del passato è stata rappresentata dalla carota estratta presso la stazione russa in Antartide di Vostok. Gli studi, pubblicati alla fine degli anni novanta, indicano che la carota comprende 4 cicli climatici glaciale/interglaciale, pari a circa 420 mila anni. L’estrazione del progetto EPICA ha permesso di raddoppiare nonché di valutare l’intervallo di “tempo esplorato” rispetto alle conoscenze precedenti.

Google+
© Riproduzione Riservata