• Google+
  • Commenta
6 marzo 2008

L’Ambasciatore degli USA all’Università di Ferrara

Domani, venerdì 7 marzo, alle ore 12 l’Ambasciatore degli Stati Uniti d’America in Italia Ronald P. Spogli e il Prof. Patrizio Bianchi, pre

Domani, venerdì 7 marzo, alle ore 12 l’Ambasciatore degli Stati Uniti d’America in Italia Ronald P. Spogli e il Prof. Patrizio Bianchi, presidente della Fondazione CRUI e Rettore dell’Università di Ferrara, firmeranno in Rettorato una convenzione tra la Fondazione CRUI e l’Ambasciata USA.
Si tratta di un accordo con il quale l’Ambasciata apre le porte agli studenti di tutte le Università italiane, dando ai più meritevoli la possibilità di fare domanda di stage presso la stessa Ambasciata o presso i Consolati americani in Italia.

La Convenzione
La Convenzione tra l’Ambasciata degli Stati Uniti d’America in Italia e la Fondazione CRUI per le Università Italiane consentirà a laureandi e neolaureati di vecchio e nuovo ordinamento di partecipare al “Programma di tirocinio Missione Diplomatica U.S.A. in Italia – Università Italiane”.
Grazie ad esso, studenti e laureati potranno mettersi alla prova con un tirocinio formativo e di orientamento presso le sedi dell’Ambasciata di Roma e le sedi consolari di Milano, Firenze e Napoli. Per accedere al programma, che prevede periodi di stage di 3 mesi, prorogabili fino a 6, saranno richiesti alcuni requisiti curriculari, come il voto di laurea o la media dei voti e le conoscenze linguistiche, oltre che la volontà di misurarsi in un contesto internazionale.

Ronald P. Spogli – Ambasciatore degli Stati Uniti d’America in Italia
L’Ambasciatore Ronald P. Spogli è nato a Los Angeles, in California, nel 1948. Si è laureato in storia con il massimo dei voti presso l’Università di Stanford nel 1970 e ha conseguito il Master in Business Administration presso l’Università di Harvard nel 1975.
Nel 1983, l’Ambasciatore Spogli ha fondato, insieme con Bradford M. Freeman, la Freeman Spogli & Co., divenuta una delle principali società di investimenti degli Stati Uniti. La Freeman Spogli & Co., con sede a Los Angeles, ha investito in 36 aziende. Nel corso della sua attività, Ronald P. Spogli ha fatto parte del consiglio di amministrazione di oltre venti società. Tra il 1968 e il 1973 l’Ambasciatore ha trascorso in Italia quasi tre anni lavorando a vari progetti promossi dall’Università di Stanford. In particolare, dal settembre 1968 al marzo 1969, ha studiato nel campus di Firenze di tale università, mentre tra giugno 1970 e luglio 1971 è stato assistente dei Direttori del programma di Firenze. Dal giugno 1972 all’agosto 1973 ha diretto, a Milano, un progetto di ricerca sull’ impatto sociale del fenomeno dell’emigrazione dall’Italia meridionale verso le industrie del nord.
L’Ambasciatore Spogli nutre grande interesse per le tematiche legate alle relazioni internazionali e all’istruzione, ed ha assunto varie iniziative al riguardo. In particolare, dal 2001 è nel Consiglio per gli studi all’estero dell’Università di Stanford, organismo consultivo composto da docenti ed ex studenti, che si occupa dei programmi di studio internazionali. Dal 2000 l’Ambasciatore fa parte del Board of Visitors dell’Istituto per gli Studi Internazionali dell’Università di Stanford, il principale organismo di quell’Università per la ricerca interdisciplinare su tematiche internazionali di cruciale importanza.
L’Ambasciatore ha anche promosso la creazione di due incarichi universitari: la cattedra Gesue and Helen Spogli per gli studi italiani presso l’Università di Stanford, e, successivamente, la posizione di Direttore del programma per gli studi all’estero Spogli Family Overseas Studies presso il campus di Firenze.
Nel 2002 il Presidente George W. Bush lo ha nominato nel consiglio per l’assegnazione delle borse di studio intitolate al Sen. J. William Fulbright.

Google+
© Riproduzione Riservata