• Google+
  • Commenta
4 marzo 2008

Trieste: anche Baulieu al FEST

L’inventore della pillola abortiva Ru486 Étienne-Émile Baulieu sarà in Italia il prossimo 19 aprile per partecipare alla Fiera dell’Editoria
L’inventore della pillola abortiva Ru486 Étienne-Émile Baulieu sarà in Italia il prossimo 19 aprile per partecipare alla Fiera dell’Editoria Scientifica di Trieste (FEST, 16-20 aprile 2008). FEST è un progetto della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, organizzato da Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (SISSA), Area Science Park, Università degli Studi di Trieste, Fiera Trieste SpA, Immaginario Scientifico, MGS Press, Promotrieste, Camera di Commerio di Trieste. A Trieste Baulieu parlerà del legame tra invecchiamento e ormoni. Il ricercatore francese è noto nella comunità scientifica per aver scoperto e studiato uno dei più evidenti marcatori del tempo che passa: si chiama Dhea, un ormone prodotto dal nostro organismo, ribattezzato “ormone della giovinezza”, che funziona come un orologio biologico. L’incontro sarà anche l’occasione per parlare con il biochimico francese della polemica scatenata dalla sperimentazione italiana della Ru486, avvenuta fra l’agosto del 2005 e il luglio del 2006. Infatti a vent’anni dalla prima messa in commercio in Francia, l’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) ha dato il via libera per la vendita della Ru486, attualmente in uso in tutti i Paesi europei a eccezione di Italia, Irlanda e Portogallo. Contemporaneamente Silvio Viale, il ginecologo torinese responsabile della sperimentazione, rischia il rinvio a giudizio per violazione della legge 194. La kermesse triestina si conferma dunque una grande opportunità per tutti i curiosi e gli appassionati di incontrare i grandi protagonisti della scienza e di approfondire le proprie personali conoscenze. È inoltre l’unica fiera dedicata al libro e a tutti i media che si occupano di scienza, passando attraverso i più disparati argomentio: dalla salute ai cambiamenti climatici, dalla scienza nei Paesi in via di sviluppo alla sfida del web 2.0, dai nuovi traguardi delle ricerche sul cervello all’interazione uomo-macchina. Previsti cinque giorni di alto fermento. Attesi, tra gli altri, gli incontri con il Nobel per la Fisica George Smooth, con lo scrittore cileno Luis Sepulveda e Nicolas Witkowski, autore del libro “Troppo belle per il Nobel, la metà femminile della scienza”, una panoramica sull’opera e sulla ricerca di tutte quelle donne – poche ma buone – che hanno dato alla scienza, nel corso degli anni, il loro prezioso contributo.

Google+
© Riproduzione Riservata