• Google+
  • Commenta
25 maggio 2008

AlmaLaurea. Attesa per il X rapporto

29 Maggio, Modena, ore 9,30. Alma Laurea darà appuntamento a tutti gli analisti in quella sede, per verificare la condizione e il profilo dei n29 Maggio, Modena, ore 9,30. Alma Laurea darà appuntamento a tutti gli analisti in quella sede, per verificare la condizione e il profilo dei neo-laureati nell’anno 2007. Sarà il rapporto numero dieci fornito dal consorzio bolognese. Forse questo più importante di altri, alla luce dei dati non proprio positivi sulla condizione occupazionale dei neo-laureati, sei anni dopo l’entrata in vigore della tanto discussa riforma universitaria. Certamente il dato incontrovertibile è l’aumento del numero dei neo-dottori. L’altra settimana anche Repubblica, lodando senza mezze misure la riforma, ha assunto una posizione entusiasta verso l’oggettività della crescita di nuovi laureati nel nostro Paese. 190mila laureati nel 2007, in effetti non sono pochi. 100mila di questi, sono laureati di primo livello. Circa 38mila, di secondo livello. È vero anche che il numero dei cosiddetti “fuori corso” è diminuito sensibilmente, ma questo dato è evidentemente troppo recente e non tiene conto di quanti, per almeno tre anni successivi all’entrata in vigore della riforma, hanno dovuto fare da “cavie” studiando, di fatto, in tre anni, ciò che prima si studiava in cinque. Insomma il dibattito sulla validità o meno della nuova riforma è tuttora molto aperto. Non è un caso che a chiudere il convegno del 29 Maggio, sarà proprio una tavola rotonda dal tema “Riforma universitaria e obiettivi europei. A che punto siamo?”. Gli studenti forse la risposta già la conoscono. Peccato che nessuno pensi mai di fare una legge col consenso dei diretti interessati.

Google+
© Riproduzione Riservata