• Google+
  • Commenta
19 maggio 2008

Milano: seguir virtute e canoscenza

Aristotele sosteneva che tutte le scienze sono più utili della filosofia ma nessuna le è superiore. Ecco perchè c’è chi
Aristotele sosteneva che tutte le scienze sono più utili della filosofia ma nessuna le è superiore. Ecco perchè c’è chi la sceglie ancora a prescindere dagli sbocchi lavorativi sempre più preclusi agli irriducibili coraggiosi sostenitori del patrimonio umanistico: per quanto già vista, per quanto obsoleta, per quanto fuori moda, resta una materia di assoluto fascino e di grande respiro, sempre uguale, mai la stessa. L’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano mette a disposizione le proprie risorse offrendo agli studenti dell’ultimo anno delle scuole superiori la possibilità di partecipare ad incontri illustrativi dei temi portanti degli insegnamenti della Facoltà di Filosofia, quali la riflessione sull’identità pubblica, privata ed individuale, sulla contemporaneità, sull’etica, sulle scienze cognitive, sul linguaggio. Veri e propri eventi di promozione e di orientamento, ma anche di riflessione e di stimolo, le cui lezioni verranno svolte dai docenti stessi della facoltà secondo le modalità stabilite e concordate di volta in volta con la scuola richiedente. Inoltre giovedì 29 maggio 2008 alle ore 10.30 presso il Cine-Teatro Excelsior di Cesano Maderno (MI) le scuole superiori sono invitate a partecipare alla lezione “Ulisse da Omero a Dante: tornare a casa – verso l’ignoto”, a cura del Prof. Massimo Cacciari e del Prof. Giovanni Reale, che saranno i relatori dell’incontro dopo il saluto del Preside della Facoltà di Filosofia, Prof. Michele Di Francesco. Verrà riscoperchiato il calderone della cultura classica e riproposto il viaggio di Ulisse, figura emblematica ricca di sfaccettature e di contraddizioni, simbolo della natura umana e della continua ricerca di sé, con i suoi dualismi e le sue incoerenze: in Omero, Ulisse è l’eroe del ritorno, per Dante invece rappresenta il non-ritorno e l’andare sempre oltre “per seguir virtute e canoscenza”. Un concetto, quello degli opposti eternamente in conflitto, visto e rivisto, ma sempre moderno nella sua semplice verità universale.

Google+
© Riproduzione Riservata