• Google+
  • Commenta
16 maggio 2008

Un accordo per la Sapienza e l’Agenzia Spaziale Italiana

Avverrà venerdi 16 maggio la firma tra il rettore della Sapienza Renato Guarini e il presidente dell’ASI (Agenzia Spaziale Italiana) Giovanni BAvverrà venerdi 16 maggio la firma tra il rettore della Sapienza Renato Guarini e il presidente dell’ASI (Agenzia Spaziale Italiana) Giovanni Bignami la firma che sancisce la conclusione di un’importante convenzione quadro stipulata da entrambi i soggetti: il contributo dell’ateneo romano alla ricerca spaziale, infatti, arricchisce le proprie prospettive attraverso l’istituzione di nuovi corsi di laurea triennale (Ingegneria aereospaziale) e specialistici (Ingegneria aereonautica, Ingegneria aereospaziale, Ingegneria dei Sistemi elettronici e dele telecomunicazioni aereospaziali).
A questi si aggiunge l’istituzione del Cras (Centro di ricerca aereospaziale della Sapienza); l’organo prevede il coinvolgimento di 12 dipartimenti e l’iniziativa di 128 docenti. Il Polo aereospaziale della Sapienza, composto quindi sia dal Cras che dalla facoltà di Ingegneria Aereospaziale, andrà dunque a porsi come il più grande Centro Accademico di Formazione e Ricerca del settore aereospaziale in Europa.
La cerimonia della firma della convenzione quadro verrà preceduta da una tavola rotonda dal titolo “European Space Programs of the near future”, alle ore 10.00, presso l’Aula del Chiostro (via Eudossiana, 18).

Google+
© Riproduzione Riservata