• Google+
  • Commenta
4 giugno 2008

“MM metrodopometro”: progetti per una metropolitana

“MM metrodopometro”, il concorso nazionale organizzato dal Dipartimento ITACA – Sezione Arti Design e Nuove Tecnologie dell’Università degli
“MM metrodopometro”, il concorso nazionale organizzato dal Dipartimento ITACA – Sezione Arti Design e Nuove Tecnologie dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, con la collaborazione di Maire Tecnimont e Roma Metropolitane, si è ufficialmente concluso martedì 3 giugno, con la premiazione dei migliori progetti, che si è svolta poco dopo le ore 18,00 all’interno della biblioteca della Facoltà, presso Via Flaminia 70, in Roma.
L’iniziativa, ricordiamo a vantaggio di coloro che non hanno avuto l’opportunità di seguirla durante il suo corso, ha raccolto “proposte progettuali innovative per l’allestimento dello spazio banchina di una fermata metropolitana”.
La giuria, composta da Gianni Bardazzi (Presidente), Maria Claudia Clemente, Paolo Desideri, Luigi Prestinenza Puglisi e Domenico Sandri, si è così espressa.
Sul gradino più alto del podio, sono saliti Arash Baba Ahmadi e Elena Pampana, di cui è stata apprezzata “la forte caratterizzazione spaziale del progetto presentato, ottenuta attraverso la ripetizione di elementi costruttivi semplici, in un quadro di solida fattibilità complessiva”.
Secondo, il progetto presentato dalle neolaureate Irene Fiorentini e Susanna Contoli, caratterizzato da una mirabile “integrazione tra elementi di arredo e strutture di rivestimento” e di cui “è stata inoltre valutata positivamente la possibilità di interagire nel sistema elementi di comunicazione visiva e di informazione”.
Terzi arrivati, Lucrezia Lucia Russo e Luigi Pandolfi, sono stati applauditi per “il rigore ed il sottile minimalismo e, in particolare, l’integrazione tra il sistema di illuminazione ed il sistema di rivestimento”, presente all’interno del loro progetto.
Una menzione speciale è andata anche agli elaborati di Massimiliano Tarquini, Paola Schiattarella e Valeria Petrini, Agnese Murrali ed Emanuele Pozzilli.
Nel corso della premiazione, durata poco più di un’ora, è intervenuto il famoso critico di architettura Luigi Prestinenza Puglisi, il quale, nel riconoscere il buon livello raggiunto dai lavori premiati, non ha tuttavia tralasciato di ricordare ai presenti che il pregio principale di un progetto che possa dirsi valido, resta prima di tutto la sua fattibilità.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy