• Google+
  • Commenta
18 giugno 2008

Nell’università italiana le cattedre più anziane d’Europa

I professoI professori che insegnano negli atenei del nostro Paese sono i più vecchi d’Europa: la notizia, che non stupirà più di tanto quanti di noi frequentano le aule universitarie, ha una fonte autorevole e diretta nel ministero dell’Università che qualche settimana fa ha aggiornato i numeri relativi al personale docente. Il corpo accademico italiano, nell’ultimo decennio, non è mai stato così anziano come nel 2007. E il confronto internazionale ancora una volta ci porta in coda alla classifica: siamo i più vecchi d’Europa.
Tra ricercatori, professori associati e ordinari, l’età media supera i 51 anni. L’anno scorso, e due anni fa, si manteneva a stento al di sotto di questa soglia e nel 1997 era sotto i 50 anni. Sono i docenti all’apice della carriera che, carta d’identità alla mano, fanno registrare il record. In Italia, la metà dei professori ordinari ha superato la verde età dei 60 anni e quasi 8 docenti su 100 ha spento almeno 70 candeline.  Se per giovani consideriamo gli under 40 possiamo fare affidamento sull’1,7% dei docenti e gli under 50 ammontano a meno del 19%. Le cose migliorano passando in rassegna le età dei professori associati, dove gli ultrasessantenni rappresentano comunque un quarto del totale. E di "giovani" al di sotto dei 40 se ne conta poco più di un 10%.
I più giovani in assoluto si ritrovano nella categoria spesso bistrattata dei ricercatori anche se il termine va in ogni caso usato con moderazione visto che di under 30 se ne contano non più di 2 su 100.
Vanno decisamente meglio le cose con i "giovani" under 40 che rappresentano lo zoccolo duro della ricerca universitaria nazionale: 4 su 10. Ma, causa precarizzazione del ruolo, anche fra i ricercatori ci sono i decani: il 7% ha oltrepassato i sessanta e uno su tre a più di 50 anni.
Grazie ai dati forniti dall’Ocse la situazione italiana può essere agevolmente messa a confronto con quella europea: si scopre così che l’età media dei nostri professori universitari (compresi i ricercatori, che abbassano la media), poco sotto i 51 anni, non trova riscontri all’estero. In Francia l’età media è pari a 45 anni, in Spagna si scende a 44 per andare ancora più giù in Germania e Portogallo, a 42 anni. Giovanissimi i docenti turchi, che si attestano sui 38 anni di età.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy