• Google+
  • Commenta
5 agosto 2008

In Campania sempre meno iscritti a Giurisprudenza

Per il terzo anno consecutivo la facoltà di Giurisprudenza dell’ Università Federico II di Napoli ha registrato un numero di iscritti inPer il terzo anno consecutivo la facoltà di Giurisprudenza dell’ Università Federico II di Napoli ha registrato un numero di iscritti inferiore rispetto alla facoltà di Ingegneria. Che sia una questione di moda o che il dato sia dovuto a questioni di ordinamento poco importa. Di sicuro c’ è che quello di quest’ anno non è un caso sporadico, ma una vera e propria tendenza che da qualche anno investe tutta la Campania.
Relativamente alla questione è stata molto attenta l’ analisi del rettore della Federico II, Guido Trombetti: negli anni le famiglie napoletane hanno sempre guardato con entusiasmo alla possibilità che i propri figli intraprendessero professioni legali o comunque legate alla pubblica amministrazione dove la laurea in Giurisprudenza rappresenta un titolo di tutto rispetto. Da qualche anno a questa parte, invece, c’ è stato un cambiamento di carattere prettamente culturale, con un’ attenzione più accanita alle altre opportunità professionali che facoltà come Ingegneria offrono. Non va dimenticato – ha aggiunto il rettore – che le facoltà scientifiche stanno riconquistando il terreno perso negli anni passati ”.
Ma il trionfo di Ingegneria ai danni di Giurisprudenza non è questione relativa solo alla Federico II. Anche da Salerno e dalla Seconda Università di Napoli giungono dati poco confortanti. Raimondo Pasquino e Francesco Rossi, i rettori delle due Università, hanno registrato la stessa tendenza della Federico II: le matricole di Ingegneria hanno superato quelle di Giurisprudenza.
Ma la situazione va letta, come ha spiegato il pubblico ministero Stefania Buda, nei termini di una vera e propria “ rivoluzione culturale ”. Secondo il magistrato manca ai giovani d’ oggi quello stimolo che per esempio negli anni novanta, con mani pulite, spingeva centinaia di studenti ad iscriversi a Giurisprudenza per diventare magistrato. Oggi nemmeno i giovani che hanno alle spalle un padre avvocato, scelgono di seguire la stessa strada, poiché preferiscono investire i loro studi in facoltà per così dire di tendenza, come per esempio è ingegneria gestionale da qualche anno. Oltretutto c’ è anche una questione di carattere sociale da non sottovalutare: la Campania è satura di avvocati e l’ inserimento nel mondo lavorativo è difficoltoso, per questo si tende a scegliere facoltà come Ingegneria che permettono più facilmente di trovare lavoro in altre regioni italiane.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy