• Google+
  • Commenta
30 novembre 2008

La letteratura canadese

“Vecchi e nuovi immaginari nella letteratura canadese di lingua inglese” è
un corso che si terrà all’università bolognese Alma M“Vecchi e nuovi immaginari nella letteratura canadese di lingua inglese” è
un corso che si terrà all’università bolognese Alma Mater Studiorum in
cinque appuntamenti diversi. Le lezioni avranno luogo nella sala convegni
del dipartimento di lingue e letterature straniere a via Cartoleria 5.
Le lezioni, le cui date sono ancora da stabilire, apriranno una finestra sul
Canada: la sua storia, l’identità dello Stato, il passaggio dal beat al bit,
multiculturalismo, globalizzazione, il mito canadese. Il tentativo è quello
di guardare il Canada non più come lo stato vicino all’America, ma
identificarlo per ciò che è e per ciò che vale. Uno stato storicamente
sottovalutato, che invece cela una propria identità nazionale molto forte,
come di grande valore è il suo percorso letterario.
Il corso mira alla conoscienza del Canada sotto più aspetti: geografico,
linguistico, culturale e artistico e lo fa in un modo alternativo e
affascinante. La riflessione in particolare si concentrerà sul ruolo di questo
stato, punto reale di mediazione e confronto tra Stati Uniti e Europa.
Inoltre la dottoressa Giuliana Gardellini, all’interno del corso, terrà un
approfondimento sulla poesia canadese.
Il progetto si svolge sotto le cure di del Centro di studi canadesi Alfredo
Rizzardi. Centro nato più di venti anni fa con lo scopo di promuovere la
realtà canadese nella sua globalità attraverso incontri tra i più noti letterati
della storia.

Google+
© Riproduzione Riservata