• Google+
  • Commenta
23 febbraio 2009

L’Italia investe poco nell’istruzione: siamo tra gli ultimi nella UE

L’Italia spende poco, troppo poco, per l’istruzione.
Il dato è contenuto nell’annuale indagine Istat "Spese sosteL’Italia spende poco, troppo poco, per l’istruzione.
Il dato è contenuto nell’annuale indagine Istat "Spese sostenute dalle amministrazioni pubbliche italiane per funzione" pubblicata oggi: peggio di noi solo Germania e Grecia mentre tutti gli altri stati dell’unione europea spendono più dell’Italia.
La spesa per la scuola pubblica è in calo costante, dunque, è il dato diffuso oggi non tiene conto dei tagli previsti dal governo Berlusconi.
In Italia, oltre due terzi della spesa complessiva è assorbita da Sanità, Protezione sociale e Servizi generali. Quest’ultima è la spesa più consistente in assoluto: oltre 135 miliardi (il 19,4 per cento della spesa totale) di euro nel 2007.
Per la scuola le spese sostenute dallo Stato, dalle regioni e dagli enti locali ammontano a più di 71 miliardi. Una cifra che, di primo acchito, potrebbe sembrare impressionante ma che rappresenta solo il 9,6 per cento delle uscite complessive e, rapportata alla ricchezza prodotta, solo il 4,7 per cento del Pil. Solo per citare alcuni dati a confronto possiamo ricordare che per la Sanità si spendono 105 miliardi (il 13,6 per cento della spesa complessiva), per la protezione sociale (pensioni di invalidità, assistenza ai disabili, assegni di malattia e pensioni di vecchiaia) 281 miliardi (il 37,3 per cento) mentre 12 miliardi vengono destinati ad "attività ricreative, culturali e di culto". Se si guarda oltre confine si scopre che i 15 paesi dell’Ue dirottano sull’Istruzione in media il 10,5 per cento della spesa complessiva: una cifra di gran lunga più equilibrata rispetto a quanto speso per la Sanità (13,3) e i Servizi generali (14,9). Ricordiamo che l’attuale manovra finanziaria varata dal governo taglierà nel prossimo triennio quasi 8 miliardi alla scuola (quasi tutti sul personale) e oltre uno e mezzo sull’università e porterà un ulteriore peggioramento di questi dati. 

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy