• Google+
  • Commenta
4 febbraio 2009

Università: a picco gli iscritti del 2009

L’università attrae sempre di meno i giovani neo-diplomati. Sarà la sempre maggiore difficoltà dei laureati a collocarsi nel mondo del lavoro, sarà ilL’università attrae sempre di meno i giovani neo-diplomati. Sarà la sempre maggiore difficoltà dei laureati a collocarsi nel mondo del lavoro, sarà il caro affitti per i fuori sede e i costi di tasse e balzelli vari imposti agli universitari ma i diplomati italiani vedono sempre meno l’università come lo sbocco naturale del loro percorso di studi. In appena due anni, mentre il numero di studenti promossi alla maturità è notevolmente cresciuto, i nuovi iscritti all’università sono scesi del 4,4 per cento. Un calo con il quale dovranno fare i conti i singoli atenei che non sembrano più attrarre i giovani come qualche anno fa. In Italia, il numero di immatricolazioni nell’anno accademico 2008/2009 fa segnare il record negativo rispetto agli ultimi sette anni. Secondo il dato diffuso qualche giorno fa dal ministero dell’università, le new entry di questo anno toccano quota 312.104. Nel 2006/2007 furono oltre 14 mila in più: 326.384 in totale. Anche incrociando il dato con i promossi all’esame di maturità il calo appare evidente. In base alle percentuali di candidati non ammessi (dall’anno 2006/2007) e bocciati agli esami di stato pubblicati dal ministero dell’Istruzione, nel 2004/2005 si diplomarono quasi 430 mila studenti che sono arrivati a 463.400 l’anno scorso. Ma nello stesso periodo gli ingressi all’università sono diminuiti. Nel corrente anno accademico, rapportando gli immatricolati con i diplomati dell’anno precedente, solo due studenti su tre (il 67 per cento) hanno scelto di proseguire gli studi dopo la scuola. Due anni fa la percentuale era di gran lunga superiore: oltre il 75 per cento. Le regioni italiane dove si registra il decremento più consistente sono quelle meridionali: meno 6,6 per cento in un solo anno. Sempre più giovani dunque scelgono di fermarsi dopo il diploma della scuola secondaria di secondo grado e cercare un lavoro. Erano 100 mila nel 2004/2005 mentre in questo anno sono saliti a 150 mila.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy