• Google+
  • Commenta
13 marzo 2009

Sul web con Federica, il nuovo portale di formazione universitaria

Un nuovo passo, questa volta tutto italiano, verso la formazione universitaria online: è “Federica”, il portale di web learning delUn nuovo passo, questa volta tutto italiano, verso la formazione universitaria online: è “Federica”, il portale di web learning dell’università Federico II di Napoli. Dopo un anno di sperimentazione è stato presentato a Napoli alla presenza dell’esperto di sondaggi Renato Mannheimer, presidente dell’Istituto per gli studi sulla pubblica opinione, e dai professori responsabili del progetto,  Giuseppe Marrucci, presidente del Centro di ateneo per i servizi informativi, e Mauro Calise, responsabile scientifico dell’e-learning d’ateneo.
"Federica" (il femminile del nome dell’ateneo) è un portale il cui accesso è libero e gratuito per tutti. Il progetto conta, tra l’altro, oltre 100 corsi, con tanto di sintesi delle lezioni, materiali per l’approfondimento, link a fonti scientifiche selezionate dai docenti, immagini e video. Tutto disponibile anche in podcast e quindi scaricabile direttamente sul proprio iPod. Un’offerta completa e articolata pienamente in linea con altre esperienze che nel tempo hanno preso piede oltreconfine come i progetti di web learning del MIT o delle università tedesche. I numeri di "Federica" valgono, da soli, a raccontare l’intento di rivoluzionare il panorama didattico di casa nostra: 2.000 lezioni, 20.000 immagini, 3.000 links, 1.600 documenti, 300 video, 600 podcast. Poi la Living Library, con 600 siti web selezionati tra le più accreditate fonti di conoscenza da un’equipe di esperti multidisciplinare e Federica 3D, ovvero la ricostruzione virtuale dell’ateneo con tutte le facoltà riunite in un’unica piazza. Tutto ad accesso libero, senza password o filtri nel pieno rispetto della vocazione pubblica dell’insegnamento universitario. "Federica"- aggiungono i docenti responsabili del progetto – viene incontro alle diverse domande del pubblico studentesco: dai non frequentanti, che hanno così a disposizione gli elementi base di ogni lezione, a coloro che, dopo aver seguito il corso in aula, vogliono ripassarlo a casa o in treno; ai molti studenti che cercano di andare oltre la lezione approfondendone i temi grazie alle risorse web selezionate dai docenti” senza dimenticare quanti, pur senza essere iscritti, vogliono cogliere l’opportunità di seguire a distanza un corso universitario offerto da quello che ormai si configura come uno degli atenei italiani più avanzati nel campo del web learning.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy