• Google+
  • Commenta
7 luglio 2009

GUIDO STRAZZA AL MUSEO DELLA GRAFICA DI PISA

Con la mCon la mostra “Guido Strazza. Opere 1958-2008” il museo della Grafica presenta l’opera di uno dei maggiori protagonisti dell’arte italiana del secondo ‘900.
Guido Strazza nasce a Grosseto nel 1922. Nel 1946 si laurea in Ingegneria a Roma, ma l’incontro con Marinetti gli cambia la vita. Il maestro del Futurismo lo invita a partecipare a mostre di Aeropittura, segnando l’inizio della straordinaria carriera artistica di Strazza.
“Guido Strazza. Opere 1958-2008” ci fa conoscere uno dei principali interpreti della ricerca astratta in Italia nella seconda metà del ventesimo secolo e, certamente, il maggiore incisore del nostro tempo.
Il museo della grafica di Palazzo Lanfranchi a Pisa espone circa 150 opere del maestro, spaziando attraverso i cicli sperimentali che hanno scandito la sua arte: ci sono le “Metamorfosi”, gli “Orizzonti olandesi”, il “Giardino delle Esperidi”, in cui Strazza porta al culmine il suo proposito di trasporre nell’incisione l’incontaminata purezza della luce. Non manca “Segni di Roma” caratterizzato da una finissima e sapiente ricerca della luce, della luce casta e pura.
L’esposizione resterà aperta fino al 16 ottobre. Essa è stata allestita grazie al contributo dell’Università di Pisa ed è accompagnata da un catalogo edito dalla casa editrice “Plus”.

Google+
© Riproduzione Riservata