• Google+
  • Commenta
20 maggio 2010

Salerno si tinge dei colori delle arti e delle tecnologie: mostra

Salerno si tinge dei colori delle arti e delle tecnologie
Salerno si tinge dei colori delle arti e delle tecnologie

Salerno si tinge dei colori delle arti e delle tecnologie

Salerno si tinge dei colori delle arti e delle tecnologie con l‘Associazione Corporazione delle Arti e delle Tecnologie con il patrocinio del Comune di Salerno (Assessorato al Turismo ai Beni Culturali e alla Portualità Turistica).

Con la collaborazione del Museo Materiali Minimi d’Arte Contemporanea della Fondazione Filiberto Menna e del Centro Studi d’Arte Contemporanea e dell’Associazione Seventh Degree dell’Università degli Studi di Salerno presenta la mostra collettiva Avventure Minime. Miocinesia nell’arte d’oggi”, a cura di Antonello Tolve.

L’evento, che si svolgerà presso l’Archivio Generale (Sede Storica, ex Convento di San Lorenzo, in Via de’ Renzi, Salerno) sarà aperta al pubblico Sabato 22 Maggio dalle ore 11,00 e continuerà fino al 13 Giugno. Sarà possibile visitare la mostra tutti i giorni dalle ore 11, 00 fino alle ore 13, 00 o previo appuntamento.

Un evento unico per la città di Salerno che ospiterà artisti da ogni dove del mondo. Tanti sono i nomi degli artisti di cui saranno esposte le opere: Mrdjan Bajic, Jean-Michel Basquiat, Bianco-Valente, Joseph Beuys, Louis Cane, Maurizio Cattelan, Patrizia Giambi, Antonio Cervasio, Gianluca Codeghini, Gillo Dorfles, Fredrich Kiesler, Wilma Kun, Pierpaolo Lista, Pietro Lista, Richard Long, Annalisa Macagnino, Domenico Antonio Mancini, Alessandro Mendini, Moio & Sivelli, Damir Očko, Mimmo Paladino, Giulia Palombino, Anja Puntari, Luisa Rabbia, Marco Raparelli, Mimmo Rotella, Giuseppe Stampone, Studio Azzurro, Enrico Tealdi, Eugenia Vanni, Andy Warhol, Mary Zygouri.

Salerno si tinge dei colori delle arti e delle tecnologie: appuntamenti e mostra

Questo appuntamento vuole essere un omaggio a Gillo Dorfles, critico d’arte, pittore e filosofo italiano noto per le sue indagini critiche sull’arte contemporanea di stampo socio-antropologico dei fenomeni estetici e culturali. Leit motiv della mostra sarà lo “schizzo” che Antonello Tolve, promotore della mostra, definisce “ il mondo embrionale e sotterraneo dell’arte che fa i conti con un atteggiamento miocinetico, basato, cioè, su un sistema psichico incompleto o, quantomeno, non così dettagliato come quello trattato dal raziocinio e dalla rielaborazione e organizzazione di tutti quei materiali primari che caratterizzano una molteplicità di condotte quotidiane”.

La mostra non sarà l’unico momento artistico che caratterizzerà il prossimo week end salernitano.

Ritorna, infatti, il tradizionale appuntamento con la manifestazione “Salerno Porte Aperte che da anni consente a salernitani, e non, di conoscere l’arte e la cultura della città di Salerno e in particolare quei monumenti del centro storico solitamente chiusi al pubblico. La manifestazione, già iniziata il 15 Maggio aprirà le porte Sabato prossimo del Parco Scientifico e Tecnologico, della Chiesa di Sant’Andrea de Lama, del Museo Roberto Papi, del Giardino della Minerva, del Complesso di S. Sofia (in cui sono allestite per l’occasione più mostre), dell’ Ex Convento di San Lorenzo, del Giardino di Casa Altieri, del Museo Città Creativa di Ogliara e del Circolo di Presidio Militare. In occasione dell’evento, si potrà assistere, inoltre, a tantissimi concerti e rappresentazioni teatrali nelle più disparate location della città.

Pasqualina Scalea

Google+
© Riproduzione Riservata