• Google+
  • Commenta
24 giugno 2010

Un reattore nucleare per il tuo iPhone? Per questo, c’è un ‘app’!

Un software per iPhone, sviluppato dall’Istituto per l’Informatizzazione e la Digitalizzazione Scientifica (SCI) dell’Università dello Utah, è stato usato dai ricercatori del programma ingegneristico nucleare dell’università per mostrare, su un iPod, iPhone o iPad, come avviene la fusione del nocciolo di un reattore nucleare.

‘L’esperimento non è soltanto un nuovo modo per spiegare il fenomeno agli studenti’, ha spiegato Tatjana Jevremovic, direttore del Programma Ingegneristico nucleare dell’Università dello Utah, ‘ma permette ai ricercatori di esaminare le centrali nucleari già esistenti e di stabilirne il rendimento, e se bisogna aumentarne la potenza, o prolungarne l’esistenza’. Inoltre, aggiunge Jevremovic, ‘attraverso questi strumenti di sperimentazione moderni e più dettagliati, possiamo progettare nuovi tipi di centrali nucleari in maniera più rapida rispetto a 15 o 20 anni fa’.

Purtroppo, però, tutto questo non si può fare a casa: benché il software di
visualizzazione, una applicazione per iPhone chiamata ImageVis3D Mobile, sia disponibile gratuitamente on-line sul sito della Apple App Store, il software per la simulazione e i programmi per l’installazione non sono stati messi in commercio.

ImageVis3D Mobile, disponibile dallo scorso settembre, è stato creato sulla base di software simili utilizzati per PC e laptop, e fornisce una visualizzazione in 3D per rendere realistiche le immagini tridimensionali fornite dalla medicina, dalla scienza e dall’ingegneria. ImageVis3D Mobile è stato sviluppato in modo tale che gli utenti di un iPhone, iPod e iPad possano visualizzare, ruotare e addirittura manipolare un’ampia gamma di immagini scientifiche in tre dimensioni. Su questa base, Jevremovic, Shanjie Xiao, ricercatore in ingegneria nucleare, e Xue Yang, dottorando in ingegneria nucleare, hanno quindi creato un’interfaccia (chiamata AGENT, Arbitrary GEometry Neutron Transport) per permettere a ImageVis3D Mobile di visualizzare i risultati del software di simulazione nucleare su un iPhone, iPod, iPad ed altri computer. Secondo Xiao, ‘grazie a questo software, si potranno ottenere informazioni sul nocciolo del reattore, come ad esempio il livello di energia che viene prodotta, e si potrà inoltre capire la distribuzione della velocità della reazione lungo il nocciolo, fornendo dati importanti sul consumo istantaneo di carburante’.

‘Oggi, tutto viene simulato al computer’, conclude Jevremovic. ‘La tecnologia informatica si è sviluppata rapidamente, e possiamo permetterci di fare calcoli e simulazioni che, una decina d’anni fa, non potevamo neanche immaginare. Certo, bisogna innanzitutto salvaguardare l’ambiente dei nostri figli, ma il futuro va nella direzione del nucleare, per diverse ragioni: è sicuro, e la tecnologia è ad un livello molto avanzato. Abbiamo più di quarant’anni di esperienza con le centrali nucleari’.

Rocco De Leo

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy