Come creare un sito di consulenza professionale e per ricevere clienti

Mario Ragone 20 Novembre 2020

Indicazioni per sapere come creare un sito web di consulenza professionale e per ricevere clienti online: indicazioni e step secondo il programmatore Matteo Russo.

Un professionista che vuole vendere consulenze online, ha bisogno di un’apposita piattaforma. Per vendere un servizio di consulenza, occorre però innanzitutto riuscire a raggiungere i propri clienti, attuali e potenziali, in maniera efficiente ed efficace. In primis occorre pubblicizzare un sevizio di consulenza, attraverso la creazione di un sito web professionale. Quest’ultimo, deve essere quindi uno strumento valido per la buona riuscita della propria attività su internet. E nella progettazione e creazione di un sito web per business online, bisogna certamente considerare di inserire servizi di prenotazione per i potenziali clienti. Oltre che consentire il pagamento di una consulenza online.

Un professionista certamente non saprà come creare in sito di consulenza professionale. Sia che si tratti di un blog per vendere servizi e consulenze professionali online. Sia che si tratti del sito web per lo studio professionale in cui già si lavora, ma che potrebbe consentire di raggiungere i propri clienti per una consulenza a distanza. Risparmiare tempo e guadagnare tramite un consulto, può rivelarsi particolarmente vantaggioso. Ma come creare in sito per avvocato e fornire consulente legali online, ad esempio?

Un professionista con valida esperienza ci spiegherà come realizzare un sito web di uno studio legale, di un commercialista, anziché di uno notaio o sito internet di architetto o ingegnere, insomma per un libero professionista.

Quando si tratta di trasferire la propria attività in rete, nulla deve esser improvvisato. Sapere come realizzare un sito web di consulenza professionale e per ricevere clienti online, ad esempio, non è pratica semplice. Affidarsi ad un professionista del settore potrebbe dunque rivelarsi cruciale ai fini del raggiungimento dello scopo.

Creare un sito web con WordPress, o con Google, per curare un blog o un giornale, è ormai una consuetudine alla portata di molti. Ben diverso è il discorso legato alla consulenza per uno studio legale, commerciale, medico etc.

Ecco perché in ragione di tale distinzione ci siamo rivolti al programmatore Matteo Russo per avere maggiori spiegazioni a riguardo.

Come creare un sito di consulenza professionale: studio legale medico o altro libero professionista

Vediamo allora come creare un sito web di consulenza professionale: per ricevere clienti e quindi per studio legale, medico, libero professionista o altro. E’ opportuno evidenziare come in questo caso non si tratti di gestire un blog o giornale (quindi creare un sito con WordPress o Google ad esempio).

Una pratica questa che si svilupp anche da soli; ma bensì di realizzare un’attività su internet che coinvolga terzi. Cerchiamo di capirne di più mediante le indicazioni del programmatore Matteo Russo:

“Il modo migliore per creare un sito di consulenza professionale, è quello di affidarsi ad un professionista o agenzia nel settore della realizzazione di siti web. Allo stato attuale, credere di poter mettere in piedi un progetto professionale, a maggior ragione se rappresentativo della propria figura, è pura utopia. Sono tante le direttive sia tecniche che legali alle quali sottostare, e pensare di farlo in maniera “artigianale” è un errore veramente grossolano. Solo un’agenzia o un professionista del settore del web possono indirizzare correttamente i clienti, Questo sia nella scelta del design da applicare al sito web, in linea con la propria brand identity, se già esistente, oppure suggerirne una da creare ex novo, sia nell’organizzazione dei contenuti e nella loro creazione” – spiega il programmatore Russo –

“Infine – continua – nella promozione dell’attività, tramite tutte quelle attività di marketing che sono necessarie dopo il lancio di un sito web. Inoltre è solo grazie all’aiuto di un professionista, o più di uno, che si potranno fare tutte le cose per bene. Privacy policy, cookie policy, GDPR, tracciamento dati sono tutte cose alle quali prestare enorme attenzione nella fase di realizzazione di un sito web, e improvvisarsi in questo campo può portare a diffide o multe dal garante”.

Come gestire un sito web di uno studio o libero professionista

Guardiamo ora con più attenzione a ciò che avviene dopo la creazione di un sito professionale. E quindi dopo aver visto come creare un sito web di uno studio o libero professionista, vediamo come gestirlo e come funziona. Quindi, archiviata la fase di approccio alla realizzazione si passa a quella di gestione, non meno articolata. Ma la difficoltà è solo iniziale, perché i servizi di consulenza online sono sempre più diffusi, in Europa ed in Italia. Sia che si tratti di servizi finanziari o di consulenze legali, queste nuove opportunità di business one potrebbero presto diventare una valida alternativa ai tradizionali appuntamenti presso studi fisici. Motivo per cui seguiamo sempre le indicazioni fornite dal programmatore nonché esperto del settore Matteo Russo:

“Dopo la creazione del sito, essendosi affidati a un professionista, risulta spesso consigliato intraprendere una sorta di percorso formativo sul proprio sito. Tramite articoli di approfondimento e guide, il professionista potrà spingere il proprio sito sui motori di ricerca, oltre che mettere in mostra le proprie conoscenze al cliente, e magari indirizzarlo su un servizio rispetto che un altro”.

Passi per creare un sito di consulenza professionale e ricevere clienti

Riassumiamo e cerchiamo di racchiudere in pochi semplici passi come creare un sito web di consulenza professionale e per ricevere clienti online. Vediamo allora di seguito in una mini guida quali sono gli step da compiere:

  • Realizzare il proprio sito tramite la piattaforma WordPress accedendo con le consuetudinarie credenziali;
  • Procedere all’allestimento del sito orientandolo verso la clientela target di riferimento (studio legale, medico, libero professionista etc.);
  • Integrare i social plug-in WordPress (come Social Login ad esempio), per estendere la propria visibilità e di conseguenza quello del servizio di consulenza offerto, ingrandendo così la comunità online (o in alternativa il più essenziale Social Media Feather);
  • Creare una mailing list di contatti per avere una panoramica dei clienti interessati al servizio offerto (sempre tramite plug-in WordPress come Mailchimp ad esempio);
  • Calendarizzare i clienti per fissare appuntamenti (il plug-in Timetable Schedule on in alterntiva Amelia, sono validi strumenti in questo senso);
  • Aggiungere possibilità di pagamento online per migliorare la professionalità del proprio sito (Paypal è certamente la scelta migliore per rapporto qualità-prezzo).
© Riproduzione Riservata
avatar Mario Ragone Sono Mario Ragone, redattore web con formazione in Comunicazione Audiovisiva e Mediale. Ho grande passione per il Social Marketing e l'informazione a 360°. Mi occupo, infatti, di argomenti di vario tipo che spaziano dalla Cultura come Cinema e Televisione all'Economia, dalla Medicina allo Sport fino al mondo di motori. Penso che avere un'idea su molteplici tematiche della nostra vita, ci permette di passare dall'una all'altra con grande versatilità mentale, una condizione questa che rende una persona libera nell'esprimersi, senza farsi fuorviare o condizionare. Capacità critica di discernimento ed autonomia di pensiero sono per me gli unici due elementi che ci rendono realmente liberi dalla schiavitù dell'ignoranza. Approfondisco le mie rubriche con intervento di esperti e professionisti del settore di cui scrivo. Leggi tutto