• Google+
  • Commenta
27 novembre 2010

Tutti i talenti portano a Roma

Un tripudio di genialità, inventiva e intelligenza, al Palazzo dei Congressi dell’Eur, dove si è in atto il Festival dei giovani talenti. Il Comitato scientifico ha scelto 200 giovani fra i 15 e i 35 anni, che mostreranno le loro capacità e racconteranno le loro esperienze.Un progetto completo e all’avanguardia, che coinvolge il mondo della cultura, dell’arte, dello sport, dell’impresa, e che porta sul palco non solo i 200 ragazzi selezionati, ma anche oltre 20 istituti – tra università e scuole – e 30 aziende, che hanno osservato il lavoro dei partecipanti e hanno valutato il possesso delle “carte in regola” per un eventuale “reclutamento.”

Uno degli scopi del festival infatti, come spiega anche il Ministro Giorgia Meloni, era proprio quello di promuovere le doti dei giovani italiani, aiutarli ad investire in qualcosa di concreto le loro attitudini. E magari spingere le aziende ad investire su progetti nostrani, così da evitare la fuga all’estero delle nostre risorse.

Le occasioni di incontro, dibattito e svago sono numerose; tra queste, “Lavori eccezionali,” dedicato ai lavori più bizzarri e spericolati, “Mtv tnt,” dedicato alla musica, “Caffescienza,” è stato dedicato pertanto alla conoscenza scientifica, e così via.

Si è tenuto, domenica 21, il più atteso degli eventi, gratuito ed aperto a tutti, ovvero quello che vede riunirsi sul palco del Palalottomatica più di 100 artisti, tra cui i Subsonica, i Marlene Kuntz, Pierfrancesco Favino e Riccardo Sinigallia, il Nuovo Coro Lirico Sinfonico Romano e l’Orchestra Roma Sinfonietta diretta dal maestro islandese Borgar Magnason.

Dopo la chiusura dell’evento, il festival sta continuando a lavorare per via telematica, dando la possibilità a tutti i giovani talentuosi di interagire sul portale www.festivaltnt.it, dove si potrà raccontare la propria storia, mostrare le proprie capacità e i propri lavori.

Marilena Grattacaso

Google+
© Riproduzione Riservata