• Google+
  • Commenta
22 dicembre 2011

Quando la libreria è online

Quanti libri avremo letto in vita nostra? Centinaia? Migliaia? Anche a guardare nella piccola libreria di casa il conto è falsato, quanti libri ci avranno prestato o avremo prestato (per poi, nella maggior parte dei casi, non restituire o non ricevere più indietro) Quanti libri come ricorda Calvino in “Se una notte d’inverno un viaggiatore” saranno: “Libri Che Hai Sempre Fatto Finta D’Averli Letti Mentre Sarebbe Ora Ti Decidessi A Leggerli Davvero?” Ed oramai neanche ricordi più se davvero li hai letti o facevi solo finta.

Ebbene nell’era del virtuale dove anche il piacere di sentire il profumo delle pagine di un buon libro sembra andare scomparendo, con il proliferare di eBook e giornali in formato digitale e per il web, anche la nostra libreria diventa virtuale.
aNobii (http://www.anobii.com) permette di catalogare tutti i libri che abbiamo letto, ma anche quelli in lettura, o che non abbiamo ancora finito, che abbiamo abbandonato o che riteniamo da “consultazione” e anche addirittura di tenere una “lista dei desideri”.

Tutto ciò ovviamente visibile ai nostri amici iscritti sul sito o anche su Facebook dato che si ha la possibilità di fare il login con le credenziali del Social Network di Zuckeberg, condividendo cosi le nostre letture preferite con tutti i nostri amici.
Ma aNobi cerca anche nuovi “amici di libro” effettuando un calcolo di compatibilità tra le varie librerie degli utenti, in modo da poter scoprire anche nuove letture interessanti sbirciando in quelle affini alle nostre con annessa la possibilità di scambiarli o semplicemente rivenderli. Il sito lanciato ad Hong Kong nel 2005 è presente in Italia completamente tradotto dal 2007 e conta più di 31 milioni di libri catalogati in italiano, sono presenti inoltre versioni per Iphone e Android. E già sono nate diverse varianti come LibraryThing, Shelfari e GoodReads de gustibus.

Insomma aNobii è un social network “culturale” dove possiamo consigliare letture ad amici o scoprirne di nuove, proporre una nostra recensione di un libro o commentare quella di altri, una sorta di circolo del libro o anche salotto borghese virtuale perché, nell’era del web 2.0, tutto diventa virtuale anche la nostra libreria ed avere dei “Libri Che Hai Sempre Fatto Finta D’Averli Letti” sarà sempre più difficile e forse “Sarebbe Ora Ti Decidessi A Leggerli Davvero”.

Andrea Schiraldi

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy