• Google+
  • Commenta
13 gennaio 2012

Android 3: la nuova sfida di Google

Il 2011 è stato l’anno degli smartphone Android: l’Os di Google è riuscita a competere e a strappare importanti fette di mercato alla rivale Apple. Nell’anno appena iniziato si prevede ancora una forte competitività tra i due colossi informatici, ma con una novità: il terreno di scontro sarà il tablet.

L’obiettivo di Google è competere col gigante Apple con una politica dei prezzi al ribasso. Android, nelle prossime stagioni combatterà la battaglia sui cartellini del prezzo e, nonostante i costi elevati per la produzione dei tablet, verranno proposti tanti nuovi modelli e soluzioni interessanti per aggredire il mercato e ambire a raggiungere e superare l’iPad .

Già nel 2010 erano stai prodotti dei modelli che montava ancora Froyo o Gingerbread, ossia versioni specificatamente concepite per gli schermi piccoli degli smartphone. La vera rivoluzione sarebbe dovuta avvenire con con Android 3, la release ideata per essere il complemento perfetto dei pc-tavoletta

Ad aprire il 2012 ci ha pensato una delle fiere più importanti del mondo, il CES -Consumer Electronic Show- che si tiene ogni anno a Las Vegas. Durante megaevento, organizzato ogni anno dai principali produttori di computer, televisori, smartphone e compagnia bella per presentare le novità che hanno in serbo per i prossimi mesi, Google presenterà la terza edizione di Android, il suo sistema operativo nato per animare gli smartphone e che ora la società intende estendere ai tablet. La nuova edizione si chiama Honeycomb ed è stata pensata interamente per i tablet, infatti l’interfaccia e la grafica ricordano solo in parte quella dell’attuale versione di Android per smartphone.

Ma, oltre a questo, quali saranno le innovazioni di Android 3? Come accadeva già con le precedenti versioni di Android, Honeycomb cerca di sfruttare il più possibile i servizi offerti da Google: Gmail sarà affiancato Gtalk, l’applicazione per chattare con i propri contatti di Gmail, che consente di avviare anche videochiamate con i tablet dotati di fotocamera; Google Maps per le informazioni geografiche avrà anche la possibilità di navigare in un ambiente tridimensionale, che aiuta a comprendere meglio dove ci si trova e gli spostamenti da compiere.

YouTube per la visualizzazione dei video avrà una nuova schermata che permetterà di vedere video in anteprima e scegliere i contenuti in maniera molto intuitiva. Un’altra nuova applicazione consentirà, invece, di accedere a Google eBooks per acquistare e scaricare libri in formato elettronico e, in futuro, probabilmente le ultime edizioni di quotidiani e riviste.

In uno scenario del genere, oltre alla qualità, anche il prezzo diventa un elemento fondamentale per la competizione sul mercato. Finora questo è sto uno dei grossi problemi dei tablet Android, per fare un esempio, al momento del lancio, il Motorola Xoom costava 799 , mentre il rivale iPad 2 – in versione da 16 GB – ne costava solo 499. Sempre alla fiera CES sono stati presentati i primi prototipi di tablet che useranno Honeycomb. I primi modelli saranno prodotti dai leader mondiali della tecnologia informatica come ViewSonic, Acer e Asus, con prezzi davvero competitivi.

La prima ha sfoderato il ViewPad 10e, con uno spessore di soli 9 mm e uno schermo di 10”, ha un processore Cortex A8 single core da 1Ghz e costa 299 $. La Acer ha presentato Iconia Tab A700 che dovrebbe essere tra i più prestanti tablet sotto i 300 $: un tablet Android con un processore a 4 core e 1,3 GHz, processore Tegra 3 di Nvidia, 1 GB di RAM e una video-fotocamera da 5 Megapixel, ovviamente con Android in versione Ice Cream Sandwich. Anche l’Eee Pad MeMo ME171 della Asus si impone per prezzo e prestazioni: 249 $ per un tablet con schermo 7”, Tegra 3 quadricore, 1 GB di RAM, memoria da 16 o 32 GB, video-fotocamera principale da 5 Mpixel, videocamera frontale da 1,2 Megapixel, GPS, e tanto altro.

L’OS offerto da Google è particolarmente versatile e consente ai produttori di personalizzarne alcune funzionalità per adattarle ai loro dispositivi. Con una versione di Android pensata appositamente per i tablet, Google confida di guadagnare terreno nel settore per ora dominato da Apple con il suo iPad. Al momento solo Samsung è riuscita a mettere sul mercato un prodotto competitivo, il Galaxy Tab, una via di mezzo tra un tablet e uno smartphoneche, potrebbe ora trarre vantaggio dalla nuova versione del sistema operativo di Google.

Graziella Marturano

Google+
© Riproduzione Riservata