• Google+
  • Commenta
24 febbraio 2012

Al Vittoriano in mostra le ricerche archeologiche ne “I colori del buio. Esplorando il pianeta sotterraneo”

E’ stata inaugurata al Vittoriano la mostra “I colori del buio. Esplorando il pianeta sotterraneo”, uno studio sul perchè e sul come si esplori il mondo sotterraneo. Alla sua realizzazione hanno collaborato l’Università di Siena, l’Università di Bologna, l’Università di Firenze e gli ordini regionali dei geologici mentre per la realizzazione l’associazione La Venta, che da vent’anni si occupa di spedizioni esplorative in tutto il pianeta.

La mostra, allestita nella Sala Zanardelli fino al 25 marzo, è composta da gigantografie, video e ricostruzioni sceniche ricreando così un vero viaggio speleologico che tenga conto delle diverse condizioni climatiche ed ambientali che esistono fra le foreste pluviali, i ghiacciai, le montagne, i deserti e i labirinti sotterranei. Divenendo così la mostra più completa mai realizzata in Italia in quest’ambito.

Di grande interesse sarà visionare la Grotta Paglicci nel Gargano, che da anni interessa il mondo speleologo internazionale. Al suo interno sono stati ritrovati tracce di vita umana risalente al Paleolitico. Di essa se n’è occupata l’Università di Siena nell’area dedicata alla Preistoria dell’uomo.

La mostra, che si avvale del patrocinio del Senato della Repubblica, Camera dei Deputati, Roma Capitale – Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico, Ambasciata del Messico in Italia, Union Internationale de Spéléologie, Società speleologica italiana, Club Alpino Italiano, è stata insignita della Medaglia di rappresentanza della presidenza della Repubblica, conferitagli dal presidente Giorgio Napolitano.

A completare la mostra anche un calendario di approfondimenti grazie all’intervento di esperti, la proiezione di video, libri e documenti originali. La prima data sarà il 1° Marzo alle 16.30 dal titolo “Grotte e uomo nell’antichità”.

Complesso del vittoriano. Orario: lunedì – giovedì ore 9.30-18.30 / venerdì – domenica ore 9.30-19.30. Ingresso gratuito.

Per maggiori informazioni contattare il sito dell’associazione La Venta www.laventa.it oppure mandare una mail a eventi@laventa.it.

Google+
© Riproduzione Riservata