• Google+
  • Commenta
29 febbraio 2012

“Enertour” e il rinnovabile che verrà

L’ Alto Adige guarda lontano, più precisamente a quello che sarà il suo “avvenire energetico”, ed invita i giovani a fare altrettanto.

Il TIS Innovation Park altoatesino, coadiuvato dalla Fondazione Cassa di risparmio Bolzano, ha indetto un’iniziativa orientata in questa precisa direzione: un contest rivolto ai giovani, ma soprattutto a coloro che si ritengano desiderosi di mettere le proprie opinioni ed intuizioni a disposizione di piani votati alla crescita ed all’innovazione.

Lo scopo principale del progetto ”Enertour 4 university students” è attirare numerosi studenti da tutti gli atenei (purchè iscritti al 4°-5° anno e provenienti da facoltà tecniche), in modo da portarli a conoscenza di una realtà in costante progresso dal punto di vista dello sfruttamento energetico.

Non è un caso che l’Alto Adige sia ormai comunemente definito come la “Green Region” italiana: le risorse “rinnovabili” sono ormai una costante del suo fabbisogno energetico (ne soddisfano attualmente il 56%).

La conferma, del resto, viene anche dall’edilizia, con circa 3000 costruzioni strutturate in base a criteri moderni e del tutto in linea con gli standard “energetici” dei paesi europei tecnologicamente più attrezzati.

Stando ad una statistica dello scorso anno, i comuni più virtuosi dell’Alto Adige si trovano anche ad occupare le prime posizioni nelle classifiche europee: fra essi Brunico (primo comune fra quelli di 5.000-20.000 abitanti), Dobbiaco (terzo tra i comuni fino a 5.000 abitanti) e Bolzano (secondo comune con oltre 100.000 abitanti).

Agli studenti che prenderanno parte al contest verrà offerta la possibilità di entrare in contatto con i sofisticati impianti di ultima generazione; guidati da esperti, avranno inoltre accesso ad un centro di ricerca, nonchè a due aziende leader del settore.

Il progetto “Enertour” si propone ad ogni modo, come già anticipato, di ampliare gli orizzonti altoatesini oltre gli attuali successi: il contest proietterà i partecipanti in un futuro non lontanissimo, quello del 2030, laddove il sistema energetico potrebbe risultare profondamente rinnovato rispetto a quello attuale.

Il tutto riconduce alla necessità di dotarsi, nell’immediato, di menti fresche e brillanti in grado di condurre in porto il processo di crescita già in atto, in modo da non farsi trovare impreparati all’appuntamento con il futuro.

Occorre infatti rammentare che gli obiettivi per il decennio in corso sono già di per sè molto ambiziosi, vale a dire estendere la dipendenza da risorse rinnovabili all’intero territorio regionale, rimpiazzando del tutto fonti ritenute obsolete quali i combustibili fossili ed incrementando la rete già estremamente sviluppata di centrali idroelettriche.

L’iscrizione al contest è molto semplice: è sufficiente preparare una presentazione (una registrazione, un testo, un poster) attraverso cui esporre le proprie idee e prospettive in merito allo sviluppo energetico nei prossimi 18 anni ed inviare il tutto alla mail enertour@tis.bz.it o, in alternativa (e tramite CD), al seguente indirizzo: TIS innovation park, enertour, Via Siemens 19, 39100 Bolzano.

La scadenza è fissata per il 13/03/2012. Al termine del “tour”, che si svolgerà tra il 16 ed il 18 maggio, ai più “audaci” sarà consentito di candidarsi come tesisti o stagisti in una qualsiasi delle due aziende consegnando un curriculum.

Google+
© Riproduzione Riservata