• Google+
  • Commenta
16 marzo 2012

A Padova il 150° anniversario dell’unità d’Italia

Nella giornata di Sabato 17 Marzo, presso l’Università di Padova si terranno gli ultimi festeggiamenti in chiusura del 150° anniversario dell’unità d’Italia, in ricordo del 17 Marzo 1861 data in cui avvenne la prima seduta del parlamento nazionale italiano. L’evento si svolgerà presso l’aula magna universitaria alle ore 10.30, giovani universitari e ragazzi di ogni ordine e grado di tutte le scuole cittadine saranno partecipi e protagonisti di questo evento nazionale che sarà introdotto dall’esecuzione dell’inno nazionale di Mameli.

I partecipanti invitati all’evento promosso dal presidente del consiglio regionale Clodovaldo Ruffato e il vicepresidente Franco Bonfante sono: il prorettore dell’Università padovana Francesco Gnesotto, il sindaco della città Flavio Zanonato, la presidente della provincia Barbara Degani, il prefetto cittadino Ennio Mario Sodano, il sindaco di Vicenza Achille Variati e Mario Isnenghi noto storico che parlerà di come si è svolto il processo di unificazione risorgimentale.

Il 17 Marzo del 2012, rappresenta una data di chiusura per i festeggiamenti dell’Unità d’Italia tenutesi per tutto l’anno 2011 e parte dell’2012, che in contemporanea  si terranno in altre città d‘Italia come da ricordare in particolar modo le celebrazioni presso Bergamo dove sarà presente in Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e il ministro dell’istruzione, dell’Università e della ricerca Francesco Profumo.

Ricordiamo  Torino città divenuta simbolo del 150° dell’unità nazionale, ha fatto da padrone un ritrovato entusiasmo in particolar modo da parte dei commercianti che hanno dimostrato grande creatività nei colori nazionali della nostra bandiera, attraverso l’allestimento di vetrine, di negozi e ristoranti, ma anche attraverso il design e la presentazione di dolci tipici Piemontesi con grande entusiasmo e all’insegna dell’unità nazionale, ricordiamo anche i tanti eventi di grande portata nazionale che si sono susseguiti a Roma e in tutto il paese.

I grandi personaggi che hanno combattuto per l’unità nazionale restano un grande orgoglio per i cittadini de nostro paese, spesso ostacolato negli eventi commemorativi per il 150° da una parte della politica che ha memoria corta su argomenti storici, perché troppo dediti a cercare di dividere il paese, grandi politici come Camillo Benso di Cavour, Garibaldi con i mille garibaldini e Mazzini uno dei fondatori del risorgimento italiano sostenuto sopratutto da una gioventù colta ed universitaria, hanno dato la vita per l’unità del nostro paese abolendo di fatto le tante frontiere che ci dividevano.

Il 150° è stato un gran momento per ricordare a tutti gli italiani, che anche con la crisi economica, la corruzione e le lobi politiche l’Italia restando unita culturalmente e politicamente riuscirà a superare qualsiasi ostacolo per il bene comune della nostra nazione.

Google+
© Riproduzione Riservata