• Google+
  • Commenta
20 marzo 2012

La Sapienza si tinge di “verde”

L’energia rinnovabile è il topic su cui tutti i governi dovrebbero focalizzarsi e investire. Intanto, a farlo, ci pensa l’Università Sapienza di Roma, inaugurando nel suo enorme centro sportivo a Tor di Quinto un impianto di cogenerazione e distribuzione di carburante, che sfrutta una nuova tecnologia sperimentale che sfrutta metano e idrogeno. A spiegarlo un po’ meglio è Lidio de Santoli, responsabile per le energie rinnovabili della Sapienza: “a differenza del fotovoltaico o dell’acqua, che producono idrogeno solo con energie rinnovabili, questo generatore usa sia metano che idrogeno producendo energia che servirà a riscaldare l’acqua della piscina di questo impianto e la macchina di servizi. Le emissioni di CO2 in questo modo sono ridotte del 30% per l’auto e del 20% per la piscina.”

A presenziare la partenza del progetto – inserito nel programma “Energy Management” della Sapienza, a sua volta inserita in quello della Regione Lazio detto “Joint Lab di Sapienza” – erano presenti, la mattina del 18 marzo, il sindaco di Roma Gianni Alemanno e l’Assessore alle Attività Produttive Davide Bordoni.

Google+
© Riproduzione Riservata