• Google+
  • Commenta
13 marzo 2012

Una catena umana per dire “No a tutti i razzismi”

Prevista per il prossimo 21 marzo, la “GIORNATA MONDIALE CONTRO IL RAZZISMO”. Un’iniziativa promossa dall’Unar (Ufficio nazionale anti discriminazioni razziali) in più di trenta città italiane aderenti all’iniziativa.

La manifestazione sarà non solo occasione d’incontro fra enti locali, scuola, università, associazioni e  forze sindacali,  ma anche l’ incipit di diverse iniziative rivolte a  sensibilizzare l’opinione pubblica riguardo la grave piaga della discriminazione razziale:

nel ricordo della strage di Sharpeville in Sudafrica (21/03/1960), la giornata più sanguinosa dell’Apartheid sudafricana (69 le vittime tra i manifestanti di colore massacrati dai colpi di fucile di oltre 300 poliziotti), in più di trenta città italiane,a partire da Mercoledì prossimo ore 10.30, studenti, insegnati, volontari dell’associazionismo, comunità straniere e comuni cittadini si stringeranno per mano, circondando i luoghi simbolo della cultura italiana, ed esprimendo il proprio dissenso, per ogni forma di razzismo e di xenofobia.

Lunedì 19 marzo. Al via la conferenza di presentazione della “Settimana di azione contro il razzismo” (Dal 21 al 28/03) evento organizzato Unar, Unhcr (Alto commissariato delle Nazioni unite per i rifugiati), presso il Teatro Eliseo di Roma.

Ospite d’eccezione della giornata di cultura e spettacolo anti-razzista, l’attore Ascanio Celestini. Inoltre sempre a Roma, il 20 marzo, la presentazione dell’accordo di collaborazione tra (Atac) ed Unar, per la realizzazione di un nuovo progetto rivolto ai conducenti d’autobus, per evitare eventuali discriminazioni razziali all’interno del servizio di trasporto pubblico.

Roma 2 e 3 Aprile. Un Convegno internazionale, organizzato da Unar e Ansi (Associazione nazionale stampa interculturale), tema del seminario : “Media e Diversità in Italia e in Europa”.

Durante la due giorni, illustri esponenti del Governo ,Ministri Fornero e Riccardi, delle istituzioni europee e del mondo dell’informazione, presenzieranno l’evento. I relatori illustreranno il proprio punto di vista sulla rappresentazione della diversità culturale nei mezzi di informazione a livello europeo. Verrà inoltre conferito il premio giornalistico “For Diversity Against Discrimination 2011”.

 

Google+
© Riproduzione Riservata