• Google+
  • Commenta
19 aprile 2012

Anche a Modena e Reggio Emilia i “Giochi della chimica 2012”

Al via una delle selezioni regionali organizzate nell’ambito dei “Giochi della Chimica 2012”, una manifestazione annuale accolta entusiasticamente da un crescente numero di giovani “alchimisti” in rappresentanza delle scuole secondarie, chiamati a destreggiarsi tra molecole, formule, bilanciamenti ed equazioni. La manifestazione, patrocinata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, è valida per giungere alla selezione della rappresentativa italiana che parteciperà nel mese di luglio alla XLIV Olimpiade Internazionale della Chimica che quest’anno si terrà a Washington D.C. (USA).

La prova locale, in cui saranno impegnati 288 ragazzi provenienti dalle province di Modena e Reggio Emilia, avrà luogo a Modena alle ore 10.00 di sabato 21 aprile 2012 presso il Dipartimento di Chimica (via Campi 183) dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia e sarà suddivisa in tre Classi: “A” per il biennio, “B” per il triennio non specialistico in chimica e “C” per il triennio specialistico a carattere chimico. I primi classificati di ciascuna classe di concorso parteciperanno alla finale nazionale che avrà luogo a Frascati il 18 maggio 2012.

Alla fase regionale dei Giochi della Chimica 2012 si sono iscritti 293 studenti per la classe A, 437 per la classe B, e 76 per la classe C, per un totale di 806 partecipanti, con incremento del 29% rispetto al 2011, che dimostra il grande interesse da parte dei giovani nei confronti di questa fondamentale disciplina scientifica.

Alla prova in programma a Modena – afferma il prof. Gianantonio Battistuzzi docente dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia – parteciperanno complessivamente 288 studenti delle provincie di Modena e Reggio Emilia (85 per la Classe A, 172 per la Classe B e 31 per la Classe C) a dimostrazione dell’importante lavoro di divulgazione condotto in questi anni dai docenti del Dipartimento di Chimica dell’Ateneo modenese-reggiano in collaborazione con quelli delle scuole secondarie di secondo grado nell’ambito del Piano nazionale Lauree Scientifiche – Area Chimica, promosso dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca con la collaborazione di Confindustria e della Conferenza dei Presidi delle Facoltà di Scienze e Tecnologie”.

 

Modena 19 aprile 2012

 

Google+
© Riproduzione Riservata