• Google+
  • Commenta
11 aprile 2012

“Erasmus placement in Sardinia”, accordo tra Università di Sassari e istituzioni locali

Dal prossimo anno accademico gli studenti Erasmus dell’Università di Sassari potranno arricchire la loro formazione universitaria con specifiche e qualificate esperienze di tirocinio da svolgere presso imprese e istituzioni del Nord della Sardegna. E’ quanto prevede il progetto “Erasmus placement in Sardinia”, per il quale questa mattina in Rettorato hanno sottoscritto un accordo il Prorettore dell’Università di Sassari Laura Manca, l’assessore al commercio del Comune di Sassari Gianni Carbini, l’assessore per le finanze della Provincia di Sassari Enrico Daga, il segretario generale della Camera di Commercio di Sassari Pietro Esposito. Per l’Ateneo turritano l’intesa siglata stamani si configura come un ulteriore passo in avanti nel processo di internazionalizzazione avviato negli anni precedenti e un’importante leva in grado di accrescere la capacità attrattiva del territorio in una prospettiva europea.

Per il 2012/2013 è in fase di definizione un pacchetto articolato in una trentina di tirocini. Alcuni saranno attivati direttamente dall’Università di Sassari presso laboratori scientifici, strutture, cantieri e siti archeologici. Altre opportunità saranno individuate presso le strutture amministrative del Comune di Sassari, altre ancora dalla Camera di commercio che ha già ottenuto l’interessamento al progetto “Erasmus placement in Sardinia” di imprese che operano nel settore turistico e agro alimentare, oltre che di studi professionali. I singoli accordi saranno formalizzati e resi noti nelle prossime settimane. Secondo quanto previsto dall’accordo, la Provincia avrà il compito di sostenere la comunicazione del progetto e di promuovere la divulgazione delle offerte di tirocinio.

Per gli studenti che prenderanno parte all’ “Erasmus placement in Sardinia” si profila un’esperienza articolata e sicuramente molto intensa, dal momento che avranno la possibilità di conciliare l’impegno del tirocinio con la regolare frequenza alle lezioni e di ottenere, in questo caso, il rilascio del Trascript of Records, una sorta di pagella finale attestante i corsi frequentati, gli esami  sostenuti, eventuali ricerche svolte per la tesi di laurea.

I tirocinanti avranno l’accesso ai principali servizi di rete, la piena fruizione del sistema bibliotecario dell’Università, la possibilità di partecipare ai corsi intensivi di lingua e cultura italiana erogati dal Centro linguistico di Ateneo, di usare attrezzature scientifiche e strutture didattiche. Potranno, inoltre, usufruire del servizio mensa fornito dalle mense universitarie  in convenzione con l’ERSU; degli sconti praticati agli universitari per l’utilizzo dei trasporti pubblici locali; delle facilitazioni per gli affitti a studenti universitari previste dal Comune di Sassari e dalle associazioni dei proprietari e degli inquilini; del servizio di assistenza sanitario riservato dall’Ateneo agli studenti “fuori sede” italiani e stranieri; dei  servizi del Centro Orientamento e di counseling psicologico offerti dall’Ateneo.

Grazie alle convenzioni con l’ERSU e con il CUS, gli studenti Erasmus in mobilità per tirocinio potranno usufruire delle facilitazioni previste per partecipare a spettacoli e ad attività culturali, artistiche  e sportive. E infine, come gli studenti in mobilità per motivi di studio, anche gli studenti tirocinanti  potranno avvalersi dei servizi di prima accoglienza e delle opportunità d’incontro e di svago messe a loro disposizione dall’Associazione Erasmus Student Network (ESN)

 

 

Google+
© Riproduzione Riservata