• Google+
  • Commenta
28 aprile 2012

Il lavoro dei tuoi sogni lo svolgi in vacanza.

L’estate  sta quasi per tornare e, con essa il dubbio amletico di milioni di studenti : “ mare, sole e relax o vacanza studio?” Sempre più alta è infatti la percentuale di ragazzi che preferisce passare le proprie vacanze all’estero, con l’intento di migliorare le proprie competenze linguistiche. Questo ha portato all’accrescere di associazioni ed organizzazioni che si occupano di tali iniziative.

Le ulteriori conoscenze linguistiche sono, come ben sappiamo, requisito fondamentale per un curriculum vitae di successo, se poi queste sono accompagnate da un soggiorno all’estero di svariati mesi l’accoppiata è vincente. Ma le offerte nel campo delle vacanze- studio sembrano accrescersi di giorno in giorno dando anche la possibilità, scegliendo il campo giusto, di provare il lavoro che vi piacerebbe fare. Un’ occasione da non perdere quindi e, il giornale Walk on job ci fornisce un elenco dettagliato di indirizzi e numeri di telefono, da utilizzare nel caso si scegliesse d’investire  le proprie vacanze in maniera costruttiva.

I COSTI– Si tratta prevalentemente d’attività di volontariato.  La partecipazione a tali “campi estivi” prevede l’iscrizione all’associazione prescelta più una quota di partecipazione. Il viaggio è a carico del partecipante mentre sarà l’associazione a fornire gli alloggi.

REQUISITI– Chi decidesse di cimentarsi in tale avventura deve essere dotato di:  un gran spirito di adattamento , predisposizione alla vita di gruppo e alla collaborazione e, soprattutto delle cosiddette “ulteriori conoscenze linguistiche” che non guastano mai.

LE ASSOCIAZIONI– A seconda delle proprie predisposizioni caratteriali, degli studi affrontati e degli argomenti che si desidera approfondire,  è possibile scegliere tra un fitto elenco di associazioni :

–          Gruppi archeologici d’Italia ( http://www.gruppiarcheologici.org/)   e Archeoclub d’Italia   (http://www.archeoclubitalia.org/) vi danno la possibilità di partecipare in prima persona a scavi e ritrovamenti. Nel caso poi siate in possesso del brevetto di sub, la vostra esperienza sul campo potrebbe allargarsi anche a siti subacquei.

–          Digitando gli indirizzi http://www.wwf.it/client/render.aspx e http://www.legambiente.it/ potrete avere le informazioni necessarie per la partecipazione ai vari campi naturalisti organizzati dai due enti. Recupero di tartarughe marine e studi su flora e fauna potrebbero essere i vostri prossimi incarichi.

–          Associazioni nomi e numeri contro le mafie ( http://www.libera.it ) organizza campi di volontariato e formazione civile sui terreni confiscati alle mafie, ed incontri con familiari delle vittime.

–          AIESEC  ( http://www.aiesec.org) Organizza esperienze di volontariato che abbracciano quattro settori: educazione, attività in collaborazione con ONG, ambiente salute e Hiv. Sono soggiorni di due mesi aperti a studenti o neolaureati entro i 30 anni di età. Solo alcuni progetti sono riservati a medici e ingegneri e per tutti è obbligatorio un percorso di selezione che , testerà non soltanto le motivazioni che vi hanno spinto verso tale scelta ma anche il livello del vostro inglese.

I prezzi e durata dei vari campi variano a seconda non soltanto della materia scelta ma del progetto varato dall’associazione. Nei vari siti elencati in precedenza, sono presenti vaste arie dedicate a tali attività,  con relative ed esaurienti informazioni sulle modalità di partecipazione ed eventuali costi da affrontare.

CRESCITA PERSONALE E LAVORATIVA– Ecco le parole d’ordine per un estate produttiva e costruttiva al massimo, riuscendo a trovare anche il tempo per la tintarella. Arricchire il proprio Curriculum vitae facendo quello che più ci piace non è cosa da poco e, il fatto che qualcuno dia la possibilità, anche se dietro retribuzione, ai giovani di poter coltivare i propri sogni e le loro aspirazioni è il segno che qualcosa in Italia sta cambiando.  Speriamo solo che duri.

Google+
© Riproduzione Riservata