• Google+
  • Commenta
8 aprile 2012

Osservi-Amo : ecco come si prevengono i disturbi dell’infanzia

Partirà subito dopo Pasqua il progetto Osservi-Amo,  proposto dal dipartimento di Neuropsichiatria infantile dell’Università “La Sapienza” di Roma. L’assessore alla Famiglia, Educazione e Giovani Gianluigi De Palo lo definisce “ uno screening per i bambini del primo anno delle scuole d’infanzia, per monitorare fin dalla tenera età eventuali difficoltà nello sviluppo emotivo, motorio, linguistico e cognitivo dei bambini”.

L’esperimento, finanziato da “Roma Capitale” e presentato recentemente in Campidoglio, verrà condotto in 67 scuole dell’infanzia, coinvolgendo circa 800 bambini. Spetta ai genitori il compito di segnalare, su un apposito questionario, le eventuali difficoltà incontrate dai propri bambini nell’apprendimento.

Un’equipe di specialisti, guidata dal professor Gabriel Levi, selezionerà i questionari e, ove necessario, incontrerà personalmente i genitori che hanno espresso preoccupazioni, al fine di valutare se le difficoltà riscontrate sono solo transitorie o se invece si tratta di un problema più delicato.

Obiettivo del progetto, spiega De Palo, è infatti quello di “ sciogliere dubbi, dare risposte e, solo quando serve, proporre un intervento” e ancora “ prevenire il rischio che piccoli segnali di disagio possano trasformarsi, a distanza di anni, in grandi problemi”.

Google+
© Riproduzione Riservata