• Google+
  • Commenta
2 aprile 2012

Una notte al museo

 L’impegno sulla “Governance del patrimonio culturale”, del Dipartimento SEGIS e della Facoltà di Scienze Economiche Aziendali dell’Università del Sannio, prosegue con un percorso formativo aperto a chiunque fosse interessato all’argomento. Si tratta di un ciclo di incontri e workshop che si succederanno nei prossimi due mesi, volti all’approfondimento dei diversi settori del patrimonio culturale (dallo spettacolo dal vivo, al monumento, al patrimonio UNESCO, ai musei d’impresa, all’archeologia industriale, ecc.).

I seminari saranno l’occasione per confrontarsi con autorevoli esperti provenienti dal mondo dell’economia, dell’arte e della cultura, dalle istituzioni e dal mondo dell’imprenditoria e del turismo culturale (locali e non). Si parte domani, martedì 3 aprile, alle ore 11,00, presso la FacoltàSEA, in occasione del secondo appuntamento del percorso inaugurato dal Convegno nazionale sulla “Governance del patrimonio culturale e logiche imprenditoriali”, tenutosi a Benevento lo scorso 23 marzo. È prevista la presentazione dei risultati di un’insolita fruizione del Museo del Sannio, sperimentata in occasione delle Giornate FAI di primavera. L’incontro dal titolo Una notte al museo: un’interessante esperienza di fruizione e di fund raising al Museo del Sannio, sarà introdotto dai saluti istituzionali del direttore del SEGIS, Giuseppe Marotta, del preside della Facoltà SEA, Massimo Squillante e del presidente del Corso di Laurea in Economia e Governance, Rosario Santucci. Interverranno i referenti della Delegazione Fai di Benevento, Francesca Ocone e Mimmo Zerella (rispettivamente capodelegazione e vice-capodelegazione), Patrizia Bonelli, formatrice regionale per la raccolta fondi, e Piera Martinelli, dirigente del Settore Cultura della Provincia di Benevento.

È attesa una significativa partecipazione di quanti siano già impegnati nel settore (si pensa ai tanti assessori e dirigenti del settore Cultura presenti nei vari enti locali della provincia di Benevento, ai referenti delle tante associazioni culturali attive sul territorio, ai referenti ed agli operatori di istituzioni culturali quali archivi, biblioteche e musei ed a tutti coloro che in un modo o in un altro sono vicini per interesse personale o professionale al vasto tema del patrimonio culturale).

Come si ricorderà, in occasione del Convegno sulla “Governance del patrimonio culturale e logiche imprenditoriali”, il Dipartimento SEGIS, in base ad un’idea già condivisa con i partner dell’iniziativa (Mibac, Confindustria e Fondo per l’Ambiente Italiano), ha lanciato l’invito a costituire un “network permanente per la cultura”, sul quale sta già raccogliendo le principali adesioni. Sono già pronte lettere ufficiali d’invito alla condivisione del progetto destinate in primis agli enti locali ed alle principali istituzioni culturali del territorio.

 

Google+
© Riproduzione Riservata