• Google+
  • Commenta
9 aprile 2012

Università La Sapienza: Michele Campanella in concerto

Sabato 14 aprile il pianista Michele Campanella si esibirà presso l’ aula magna della Sapienza.

L’appuntamento è per le 17.30. L’ esibizione fa parte dei concerti organizzati dall’ IUC, istituzione universitaria dei concerti, che rappresenta oggi una realtà nella vita musicale italiana, l’unica che sia radicata dentro l’università.

Il pianista, allievo del maestro napoletano Vincenzo Vitale, è considerato uno dei massimi interpreti lisztiani. Concertista, divulgatore e saggista. A Liszt ha dedicato gran parte della propria carriera, tanto da ricevere per ben tre volte il Gran Prix du Disque dalla Società “FranzLiszt” di Budapest (1976,1977 e 1998). Lo scorso anno, in occasione del bicentenario della nascita del compositore ungherese (Franz Liszt), ha suonato esclusivamente le sue musiche, con maratone e concerti in tutta Italia e negli Stati Uniti.

Ha pubblicato un libro, Il mio Liszt, edito da Bompiani. Tra gli ultimi importanti traguardi musicali: l’esecuzione di tutti i concerti di Beethoven e Mozart, e l’integrale della musica per pianoforte di Brahms. Di recente è stato nominato direttore artistico del Maggio della Musica di Napoli nonché presidente della Società Italiana Liszt. Direttore -solista con le più prestigiose orchestre italiane, come l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l’ORT-Orchestra della Toscana, l’Orchestra da Camera di Padova e del Veneto, I Filarmonici di Verona, l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento.

Campanella, proporrà un programma dedicato alla difficile arte della “variazione” in un articolato percorso che includerà:

Mozart
Variazioni sul tema “Ah, vous dirai-je-Maman” k 265 (1781)
Haydn
Andante con Variazioni in fa minore Hob. XVII/6
Beethoven
32 Variazioni in do minore su un tema originale Woo 80
Brahms
Variazioni e Fuga in si bemolle maggiore su un tema di Händel op. 24

Queste opere offrono l’opportunità di indagare su quattro personalità di altissimo profilo della musica mitteleuropea, ma ancora di più di osservare come la forma della variazione si sia sviluppata in modo impressionante attraverso il talento, l’intuizione e la dottrina di questi grandi compositori.

 

 

 

 

 

 

 

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy