• Google+
  • Commenta
15 maggio 2012

Amazon è Alta Moda

Sono tanti ormai i negozi on line, dove potere acquistare comodamente dal proprio divano accessori, calzature o abbigliamento, senza la frenesia dei viali dello shopping delle città o senza farsi venire i nervi a fior di pelle per cercare parcheggio nei centri commerciali; la comodità di poter acquistare il capo da noi desiderato, stravaccati sul proprio divano, in mutande o in pigiama, magari mangiano o guardando un film, va sempre per la maggiore, e i siti on line sono sempre più “affollati”. Ora ci si potrà vestire anche su Amazon, o meglio, ci si potrà vestire griffatissimi!

Il più grande store on line aveva già speso un miliardo di dollari per comprare, tre anni fa, il sito di calzature Zappos; altre centinaia di migliaia di dollari nel sito, sempre di scarpe, Endless.com e nella boutique online Shopbop. Successivamente ha lanciato il  sito di moda: MyHabit, dove si può creare il proprio guardaroba risparmiando con i social shopping, cioè la spesa con i coupon di gruppo o comprando a tempo, prima che il prezzo risalga.  Di tutto questo, ne parla l’amministratore delegato Jeff Bezos: la notizia è comparsa alcuni giorni fa sul New York Times, dichiarando che Amazon ha sempre venduto abbigliamento, ma anonimo, ed è ora del grande salto di qualità tra le grandi firme. Stretti già accordi con notevoli maison, come Jack SpadeVivienne WestwoodCatherine MalandrinoMichael Kors e Tracy Reese.

Il presidente della divisione di Amazon moda, Cathy Beaudoin,  ha dichiarato: “Abbiamo speso una cifra spropositata”. Oltre l’acquisto dei diritti per la vendita, sono stati investiti ulteriori somme di denaro per accattivanti vetrine on line,  e per il rinnovo del packaging che dovrà essere all’altezza dell’acquisto; il sito sarà revisionato e migliorato, con nuovi book, sempre aggiornati e sarà facilitata la scelta di taglie colori e modelli. Il timore degli stilisti (e la gioia dei compratori) potrebbe essere che Bezos ed il suo team potrebbero abbattere gli elevati costi dell’alta moda, dato che la politica di Amazon è “Può decidere i prezzi che vuole“; Potrebbe davvero essere una minaccia economica per i brand? O potrebbe incrementare le vendite dell’Haute Couture? Sempre con un occhio alle offerte,  staremo a vedere!

 

Google+
© Riproduzione Riservata